>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Addio alla vita nei container di via San Severo a Foggia | VIDEO

Con Alessandro di Sarno siamo stati in via San Severo a Foggia e abbiamo conosciuto il dramma delle 45 famiglie che vivono nei container tra muffa, blatte e muri che crollano. Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha firmato ora un decreto che prevede la demolizione dell’intera area dei container: le famiglie avranno finalmente nuove case

Addio finalmente a una vita da incubo. Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha firmato un decreto che prevede lo smantellamento dei container di via San Severo a Foggia, una vicenda e un dramma che vanno avanti da oltre 14 anni e che toccano 45 famiglie alla ricerca di un alloggio in condizioni igienico-sanitarie dignitose. Lo stesso decreto autorizza la messa a disposizione delle abitazioni vuote per le famiglie coinvolti nello sgombero e per le quali la Regione Puglia mette a disposizione 3,5 milioni di euro di risarcimento. 

Noi de Le Iene siamo stati con Alessandro di Sarno, come potete vedere nel servizio di sopra, dentro i container di via San Severo a Foggia. Un’area nata come provvisoria, diventata poi un vero e proprio quartiere con le “case-container” in cui si conviveva con topi e scarafaggi.

“Ci hanno messi qua come gli animali e ci hanno abbandonati”, ha detto Antonia alla nostra Iena, che insieme ai suoi due figli e il marito vive in 26 metri quadri. “L'acqua perde ovunque, un giorno stavo morendo fulminata. Cosa possiamo fare? Noi usciamo vivi di qui? Mio marito è disabile, io sono epilettica”, ha aggiunto un'altra donna in lacrime.

Avevamo fatto incontrare il presidente della Regione con il sindaco di Foggia ma la discussione si era trasformata presto in una lite. Ora, dopo il nostro servizio del 16 dicembre, sembrano arrivare i primi atti concreti.

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.