>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Account Instagram rubati e riscatti in bitcoin: i segreti per evitare questo incubo | VIDEO

Sono un miliardo gli account social rubati. Tra loro ci sono anche Marco Carta ed Elisabetta Frenchi che hanno rischiato di non rivedere più il loro Instagram. Nicolò De Devitiis ha incontrato loro e tanti altri che usano i social per lavoro. Ci spiega come prevenire il furto del proprio profilo con l’autentificazione a due fattori

Profili hackerati, cancellati, rubati. Non solo Facebook, Linkedin e WhatsApp, ma anche Instagram. Per molti il danno è solo emotivo perché si perdono foto e ricordi, per tanti altri è un danno economico perché è diventato uno strumento di lavoro. Con oltre un miliardo di account social persi.

Tra chi ha rischiato di non rivedere più il suo account c’è anche Marco Carta: “Mi è arrivata una mail in cui mi dicevano che avevo pubblicato contenuti di cui non avevo diritto. Entro 48 ore mi avrebbero disabilitato l’account se non avessi compilato un modulo…”, racconta Marco Carta. Ad Elisabetta Franchi che con il suo store online copre il 60% del fatturato in pieno lockdown hanno provato a estorcere del denaro. “Volevano li pagassi in bitcoin per riaverlo indietro, ma non glieli ho dati”, racconta. Anche a Riccardo Seregni, un altro negoziante che si affida a Instagram, hanno chiesto un riscatto scrivendogli su WhatsApp.

“Chiedono in bitcoin perché è un trasferimento irreversibile. Con bonifici o carte di credito c’è sempre la possibilità di riaverli indietro. Mai cliccare sui link strani e attivate l’autenticazione a due fattori: oltre a username e password viene chiesta una seconda conferma”, spiega Paolo dal Checco, consulente informatico forense.

Ultime News

Vedi tutte
Loading