>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Ciatti, arrestato in Germania il ceceno del calcio mortale dopo la scarcerazione in giugno in Spagna | VIDEO

Attenzione!
La visione di questo video è vietata ai minori. Accedi per verificare i tuoi dati.Ci dispiace, la tua età non ti permette di accedere alla visione di questo contenuto.

Rassoul Bissoultanov era rimasto in cella dalla notte dell’omicidio fino al giugno scorso perché erano finiti i tempi della custodia preventiva: dopo 4 anni il processo non è ancora iniziato. È stato arrestato in Germania. È accusato di aver ucciso con un calcio alla testa il 22enne Niccolò Ciatti il 12 agosto 2017 in una rissa in discoteca a Lloret de Mar in Spagna

Continuano arresti e scarcerazioni 4 anni dopo l’omicidio di Niccolò Ciatti senza che il processo sia ancora iniziato. Questa volta la notizia è quello dell’arresto, in Germania, di Rassoul Bissoultanov, accusato di essere il ragazzo ceceno che uccise con un calcio alla testa il 22enne fiorentino il 12 agosto 2017 in una rissa in discoteca a Lloret de Mar in Spagna, come vi abbiamo raccontato nel servizio di Veronica Ruggeri.

Bissoultanov era rimasto in cella dalla notte dell’omicidio per quasi 4 anni. Era stato scarcerato e messo in semilibertà nel giugno scorso perché erano finiti i tempi della custodia preventiva: il processo non è ancora iniziato, si prevede che partirà nell’autunno prossimo. Il ragazzo ceceno, oggi 29 anni, aveva l'obbligo di firma con le autorità spagnole e la possibilità di spostarsi in Francia, dove vive con la famiglia. Non poteva andare però in Germania, dove è stato arrestato. "Come avevo detto, stava progettando la sua fuga”, sostiene Luigi, il padre di Niccolò.  

In questa storia non è la prima volta che succede questo rimbalzo di arresti e scarcerazioni. Nella rissa mortale del 2017 erano stati coinvolti tre amici ceceni. Di questi Movsar Magomadov era stato arrestato il 5 febbraio scorso a Strasburgo, sua città di residenza, su richiesta degli inquirenti italiani in un’operazione congiunta dei carabinieri del Ros e della Gendarmerie. È stato poi scarcerato nel maggio scorso dai giudici francesi che hanno negato l'estradizione e deciso di non convalidare il mandato di cattura europeo dalla procura di Roma e il conseguente trasferimento a Rebibbia. Non solo non verrà processato in Italia, ma di lui si sono perse le tracce.

Veronica Ruggeri ha ricostruito nel servizio che vedete di qui sopra quella maledetta notte dell’agosto 2017. Partendo dalla testimonianza degli amici di Niccolò e dal racconto dei suoi familiari, ha incontrato anche uno degli aggressori. Dopo la rissa in discoteca erano stati arrestati altri due giovani ceceni ventenni, Movsar Magomadov e Kabiboul Kabatov, lottatori dell'arte marziale Mma che praticavano da diversi anni in Spagna come il primo. Anche la procura di Roma ha aperto un’inchiesta che aveva portato alla richiesta di estradizione e all’arresto nel febbraio scorso in Francia di Magomadov, rintracciato e poi scarcerato in Francia quest’anno.

Con la Iena torniamo all’agosto 2017. “L’11 era l’ultimo giorno in cui potevamo andare a ballare e fino all’ultimo eravamo indecisi”, raccontano gli amici di Ciatti. Verso le 23.30 sono in pista pronti a festeggiare la fine della vacanza. Ma succede qualcosa di inaspettato: “Si avvicinano in tre, sono molto grossi. Se la prendono con Niccolò e uno di loro lo aggredisce prendendolo per il collo”. Secondo la versione dei ragazzi a iniziare la rissa non sarebbe stato Rassoul Bissoultanov ma Movsar Magomadov: “Si era formato un cerchio enorme in tutta la pista, sembrava un ring. Niccolò era a terra e ho dei flash di questo ceceno che tirava dei calci preciso sulla tempia”. A sferrare quel calcio sarebbe stato proprio Bissoultanov.

Tutta questa follia è testimoniata da un video registrato all’interno della discoteca che potete all’interno del servizio. Dopo le botte i tre aggressori si allontanano. Niccolò perde conoscenza in 10 secondi, non la recupererà più.

Ultime News

Vedi tutte
Loading