>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Coronavirus, l'Italia in zona gialla mentre mezza Europa è in lockdown: com'è possibile? | I DATI

In Italia 15 regioni sono in zona gialla, quella con meno limitazioni. La Germania e il Regno Unito, invece, sono in lockdown e la Francia sembra molto vicina a entrarci: i nostri numeri della pandemia sono davvero così migliori degli altri? Ecco i dati del coronavirus in Europa

Mezza Europa in lockdown, l’Italia in zona gialla. A guardarsi intorno, è evidente come il nostro paese sia tra i pochi in questo momento ad avere restrizioni piuttosto blande per contenere la pandemia di coronavirus. Com’è possibile, in un momento così delicato tra varianti del virus che imperversano e vaccini che faticano ad arrivare, che il nostro paese se la stia cavando così bene?

Per capirlo dobbiamo guardare i dati: la grande maggioranza dell’Italia è ormai da una settimana in zona gialla, mentre vari paesi in Europa hanno ancora restrizioni più dure delle nostre. La Germania è in lockdown nazionale almeno fino al 14 febbraio. Il Regno Unito invece è in lockdown almeno fino al 22 febbraio. La Francia ha invece un coprifuoco nazionale dalle 18 alle 6, e si discute seriamente di un possibile terzo lockdown.

Insomma, come detto all’inizio l’Italia è in questo momento il grande paese europeo dove le restrizioni sono minori: ma i numeri giustificano questa differenza? Negli ultimi 7 giorni (i dati sono aggiornati a venerdì 5 febbraio alle ore 12) nel nostro paese si sono registrati in media 11.706 nuovi casi di coronavirus. La Germania invece ne ha registrati 10.139, il Regno Unito 21.246 e la Francia 20.568.

La Francia e il Regno Unito registrano dunque quasi il doppio dei nuovi casi giornalieri, mentre la Germania è vicina ai numeri italiani. Ci sono però delle differenze importanti in come le curve pandemiche si stanno muovendo. In Italia infatti la situazione nell’ultimo mese è migliorata: 30 giorni fa la media giornaliera era di 16.894 nuovi casi. E lo stesso vale per la Germania, che un mese fa contava in media 14.298 positivi al giorno. Il Regno Unito è il paese che sta migliorando più rapidamente: un mese fa i nuovi contagi giornalieri erano 57.702. In Francia invece la situazione è peggiorata: 30 giorni fa i nuovi casi giornalieri erano in media 14.199. 

Dal punto di vista delle vittime, invece, l’Italia è il paese che sta andando meno peggio: negli ultimi 7 giorni il nostro paese ha contato in media 409 morti ogni giorno  La Germania invece registra mediamente 679 vittime. Nel Regno Unito i morti giornalieri sono stati in media 1.018 nell’ultima settimana. In Francia sono stati 450.

Insomma l’Italia è l’unico dei grandi paesi europei che registra contemporaneamente meno di 20mila casi giornalieri, meno di 500 vittime giornaliere e una curva pandemica in discesa. E questo spiega perché il nostro paese è l’unico ad avere restrizioni più leggere: speriamo che la situazione continui a migliorare.

Ultime News

Vedi tutte
Loading