>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Filippo Roma: “Se Milazzo dice di avere ragione, perché continua a scappare?” | VIDEO

Filippo Roma risponde alle dichiarazioni dell’avvocato di Giuseppe Milazzo in merito sugli attori che hanno raccontato nel nostro ultimo servizio di non aver riavuto indietro dei soldi dal produttore

“Milazzo non si è ancora reso disponibile a un’intervista. Sparirà un’altra volta? Noi a questo punto ci chiediamo: se quello che dicono di lui non è vero, se lui ritiene di avere ragione, se lui come sostiene ha le prove di ciò che dice, perché continua a scappare e a negare un’intervista in cui potrebbe fornire la sua versione dei fatti, come abbiamo più volte chiesto al suo avvocato?”. Filippo Roma risponde così alle dichiarazioni rilasciate oggi all’Adnkronos da Sergio Stravino, avvocato del produttore cinematografico Giuseppe Milazzo,.

Vi abbiamo parlato del produttore in tre servizi di Filippo Roma e Marco Occhipinti. Nel primo abbiamo raccolto la testimonianza di Gianna Orrù, mamma di Valeria Marini, che accusa Milazzo di truffa per circa 325mila euro. Quando lo abbiamo incontrato, il produttore ha contrattaccato dicendo: “La signora Gianna Orrù aveva una storia di sesso con me, è innamorata di me!”. E poi ha aggiunto: “Ti mando i messaggi della signora nuda capito?”. Solo che di messaggi, foto e elementi di qualsiasi genere, al momento Milazzo non ce ne ha mandati. Dall’altro lato, Gianna ci ha messo a disposizione tutti i messaggi e i vocali che si sono scambiati e da cui sembra che le cose non siano proprio come le racconta lui. Per questa vicenda, Giuseppe Milazzo è stato rinviato a giudizio per truffa aggravata.

Dopo il nostro servizio ci hanno contattato alcuni attori, anche noti al grande pubblico (Andrea de Rosa, Gaetano Amato, Alessandro Prete e Nela Lucic). Trovate tutto nel servizio che vedete qui sopra di martedì scorso. Ci hanno raccontato come, in un modo o nell’altro, avrebbero affidato i loro soldi al produttore Giuseppe Milazzo. Soldi che, sostengono, non sarebbero tornati indietro.

"Dove sono le denunce?", dice l’avvocato del produttore all’agenzia di stampa. “Se questi attori a Le Iene affermano di aver dato del denaro a Milazzo, perché non hanno sporto alcuna denuncia? Se io ritengo di aver subito una truffa faccio come la madre di Valeria Marini: vado in Procura e sporgo denuncia. In Procura non è arrivato nulla ed essendo fatti risalenti nel tempo peraltro sono andati in prescrizione. Filippo Roma, che è una persona perbene e che ho anche sentito, giustamente, non trovando Milazzo che non vuole dare la sua versione dei fatti, ha fatto benissimo il suo lavoro. Il mio cliente non è sparito, ha cambiato casa perché ha un minore e non vuole rispondere ai giornalisti. Il mio cliente vuole portare in Tribunale una serie di prove di cui non vuole parlare''.

Noi infatti, come spiega Filippo Roma nella sua risposta, abbiamo cercato più volte il produttore: "Abbiamo chiesto ufficialmente a Giuseppe Milazzo, tramite il suo avvocato, di rilasciarci un’intervista in cui potesse esporre il suo punto di vista, dopo aver sentito lo sfogo della signora Gianna Orrù in cui raccontava di essere stata da lui truffata e dopo che Milazzo aveva sostenuto ai nostri microfoni che si trattasse invece di una montatura di Valeria Marini e sua mamma Gianna. Montatura messa in piedi per via del fatto che tra lui e la signora Orrù ci sarebbe stata una storia di sesso finita contro la volontà della mamma della Marini. Versione dei fatti che però non ha trovato alcun riscontro oltre alle dichiarazioni di Milazzo. Inizialmente ha accettato di incontrarci per un'intervista, dettando però tre condizioni: 1) Che un suo cameraman potesse filmare l'intero incontro con noi, 2) che l’intervista fosse pubblicata integralmente, 3) che ci fosse l’invio preventivo, da parte nostra, in forma scritta delle domande che gli avremmo rivolto sulla vicenda. Noi abbiamo risposto che tanta è la voglia di chiarire una volta per tutte questa storia che avremmo anche potuto assecondare le sue bizzarre richieste e  abbiamo già anche inviato le domande al suo avvocato. Tuttavia Milazzo non si è ancora reso disponibile a un’intervista. Sparirà un’altra volta? Noi a questo punto ci chiediamo: se quello che dicono di lui non è vero, se lui ritiene di avere ragione, se lui come sostiene ha le prove di ciò che dice, perché continua a scappare e a negare un’intervista in cui potrebbe fornire la sua versione dei fatti, come abbiamo più volte chiesto al suo avvocato? Ha qualcosa da nascondere?”.

Il legale di Giuseppe Milazzo sostiene anche anche che il produttore ha detto di aver restituito i 500 euro di rimborso all'attore Gaetano D'Amato, che durante la nostra intervista afferma il contrario. ''L'avvocato di Giuseppe Milazzo mi dà del bugiardo senza affermarlo", dice l'attore all'Adnkronos. "E come al solito la butta in caciara. Sostenga che ho detto il falso, se devo querelarlo mi deve dare almeno un minimo di appiglio. Sostenga che io sono un bugiardo e che i soldi li ho avuti, però lo deve dire lui''.

Ultime News

Vedi tutte
Loading