>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Giuseppe dopo il coma torna a passeggiare con noi | VIDEO

Giuseppe Pio è entrato in coma dopo il pugno di un ragazzo di etnia rom di soli 13 anni. “Non c’entra l’etnia, è il gesto da condannare”, spiegano a Nina Palmieri i fratelli di Giuseppe. Oggi Giuseppe si è svegliato e dopo mesi di riabilitazione può tornare a passeggiare con noi e raccontarci cosa è accaduto quella sera e come va la sua nuova vita

A volte basta un attimo di follia e di rabbia per distruggere la vita di qualcuno. Giuseppe Pio, 18 anni, è finito in coma dopo aver ricevuto un pugno da un ragazzo di 13 anni di etnia rom. “Non c’entra l’etnia, è il gesto da condannare” dicono a Nina Palmieri i fratelli di Giuseppe.

A Lanciano, dove si sono svolti i fatti, c’è un’importante comunità rom e dopo questa vicenda il monumento a loro dedicato era stato vandalizzato. Nina ha parlato anche con la nonna del ragazzo che ha sferrato il pugno: “Prego ogni giorno che si risvegli dal coma”. Le preghiere di quella anziana signora si sono avverate, Giuseppe è uscito dal coma e dopo mesi di riabilitazione può passeggiare con noi per le vie di Lanciano.

Insieme a lui parliamo di cosa è accaduto quella sera, di quali sono gli effetti del coma e di cosa farà Giuseppe nella vita.

Ultime News

Vedi tutte
Loading