>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Lewis Hamilton e il malessere sul podio: sintomi del “long Covid”? | VIDEO

Lewis Hamilton, dopo il terzo posto conquistato nel Gran Premio d’Ungheria di Formula 1, ha accusato un malore sul podio. Più tardi ha spiegato che, dopo aver avuto il Covid a fine 2020, “da allora allenarsi è stato diverso. Il livello di fatica è diverso”. Possibile che si tratti di ‘long Covid’? “Penso che gli effetti del Covid siano persistenti”, ha dichiarato il 7 volte campione del mondo

“Non ne ho parlato con nessuno, ma penso che gli effetti del Covid siano persistenti”. Tutti gli appassionati di Formula 1 hanno visto domenica Lewis Hamilton, 7 volte campione del mondo, barcollare sul podio e sembrare sul punto di svenire dopo il terzo posto conquistato nel Gran Premio d’Ungheria. L’alfiere della Mercedes subito dopo la premiazione è stato soccorso dai medici della sua scuderia, la Mercedes.

Hamilton lo scorso anno fu costretto a saltare un gran premio in Bahrein a causa della positività al coronavirus: tornato alle corse subito dopo, sembra però che le sue condizioni fisiche non siano ancora tornate a essere perfette. A chiarirlo è stato lui stesso, nella conferenza stampa serale: “Ho avuto davvero delle forti vertigini e tutto è diventato un po' annebbiato sul podio”, ha dichiarato Hamilton.

Potrebbe trattarsi di sindrome da long Covid? Difficile dirlo, quello che è certo è che il fenomeno di Stevenage non si è ancora ripreso del tutto, pur essendo passati ormai mesi dalla malattia: “Per tutto l'anno ho combattuto per restare in salute dopo quello che era accaduto a fine 2020 ed è ancora così, è una battaglia. Mi ricordo gli effetti di quando l'ho avuto (il Covid, ndr) e da allora allenarsi è stato diverso. Il livello di fatica è diverso, mette davvero alla prova”.

Una notizia che ha fatto discutere il Motorsport e portato alla ribalta un tema che noi de Le Iene abbiamo affrontato con Alessandro Politi. La Iena a ottobre aveva parlato con alcuni pazienti e con il professor Francesco Landi, autore di uno studio sui sintomi che possono rimanere dopo la fase acuta del Covid. Potete rivedere il suo servizio nel video in testa a questo articolo.

Ultime News

Vedi tutte
Loading