>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Salmone d'allevamento, allarme per un virus che infetta anche gli animali selvatici | VIDEO

Un virus che causa il collasso interno degli organi dei salmoni ha contagiato prima i salmoni d’allevamento e poi si è diffuso a quelli selvatici. A lanciare l’allarme un nuovo studio pubblicato sulla rivista Science Advances: “Gli allevamenti intensivi di salmone fungono da amplificatori della trasmissione”, ha detto uno dei ricercatori. Noi de Le Iene vi abbiamo insegnato a distinguere un salmone che arriva da un buon allevamento con Matteo Viviani

Un virus che causa il collasso interno degli organi dei pesci, che ha contagiato prima i salmoni d’allevamento e poi è arrivato a quelli selvatici, causando allarme in tutta la comunità scientifica. E’ questo quanto emerge da un nuovo studio, appena pubblicato sulla rivista Science Advances, e condotto dalla University of British Columbia e Strategic Salmon Health Initiative.

L’allarme, secondo quanto riporta La Repubblica, arriva dalle coste pacifiche del Canada: il Piscine orthoreovirus, individuato già nel 2010 nel salmone atlantico d’allevamento, si starebbe ora diffondendo anche nel salmone del Pacifico, infettando con facilità non solo gli animali d’allevamento ma anche quelli selvatici.

Lo studio sopra citato è partito dalle origini del virus negli allevamenti di salmoni in Norvegia: i ricercatori hanno documentato la presenza di questo virus - sempre - più pervasiva negli allevamenti della Columbia britannica. Inoltre lo studio dimostra come il salmone reale selvatico abbia più probabilità di essere infettato quanto più è vicino agli allevamenti.

La ricerca ha evidenziato anche come l’infezione del salmone selvatico del Pacifico sia un fenomeno relativamente recente: “Il sequenziamento del genoma del virus indica chiaramente che la sua diffusione è legata all’acquacoltura e agli alti tassi di infezione virale negli allevamenti di salmoni”, ha detto Gideon Mordecai, ricercatore della University of British Columbia. La ricerca ha ipotizzato che “gli allevamenti intensivi di salmone fungano da amplificatori della trasmissione del PRV”.

Del salmone d’allevamento noi de Le Iene ci siamo occupati con il servizio di Matteo Viviani, che potete vedere qui sopra. La Iena ci ha parlato della qualità del pesce che arriva sulle nostre tavole da alcuni allevamenti. Nonostante le severe e restrittive norme che regolano i controlli sul cibo, ultimamente sono stati lanciati diversi allarmi sulla qualità della carne di salmoni provenienti da alcuni allevamenti intensivi.

Matteo Viviani inoltre ci ha insegnato, grazie all’aiuto di Giovanni Ballerini, professore universitario esperto di qualità alimentari, a distinguere un salmone che arriva da un allevamento intensivo da un salmone che arriva da un allevamento distensivo: potete trovare i consigli su come scegliere un salmone proveniente da un buon allevamento guardando il servizio qui sopra.

Ultime News

Vedi tutte
Loading