>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Storia di Silvana, 80 anni: rinchiusa in casa contro la sua volontà? | VIDEO

Silvana, 80 anni, non potrebbe più uscire di casa da oltre un anno. Si trova sotto amministrazione di sostegno. L’amico e collega di una vita Marino, 81 anni, racconta a Nina Palmieri la sua lotta per cercare di aiutarla

Silvana ha 80 anni e da oltre un anno vivrebbe praticamente chiusa in casa, non solo per il Covid, senza poter aprire la porta o fare una telefonata agli amici, controllata dalla badante su indicazione della sua amministratrice di sostegno.

Con Nina Palmieri vi raccontiamo la sua storia nel servizio qui sopra partendo dall’incontro con Marino, 81 anni, che lotta per capire cosa sta succedendo. Si conoscono da oltre 40 anni, hanno lavorato sempre insieme con una dedizione all’azienda di lui e una collaborazione assolute. Lei è diventata la sua socia, fino a poco più di anno fa continuavano ad andare in auto nell’officina di Lomello (Pavia) e tra loro c’è un’amicizia profonda, nient’altro, il legame e l’ammirazione reciproche sono fortissimi. Per questo Marino non si arrende alla situazione in cui si troverebbe Silvana.

Dal 2016 la donna aveva qualche problema di memoria, a fine 2018 la figlia ha chiesto che fosse supportata da un’amministrazione di sostegno, proponendosi per quel ruolo. Silvana, che non ne avrebbe saputo nulla, non ci sta. Il giudice incarica per ruolo un’avvocato estranea alla famiglia: visto che era ancora autonoma e attiva, avrebbe dovuto aiutare solo nella gestione patrimoniale “senza imporre superflue restrizioni della capacità di agire della persona”. Secondo Marino non si sarebbe limitata a questo. In particolare, ci sarebbero problemi con la nuova badante, che ha sostituito il domestico che aveva da 20 anni. L'anziana si ritroverebbe sempre in casa, senza più rapporti con l’esterno e senza poter usare né cellulare né telefono fisso.

Marino, che ha presentato numerosi esposti, ha provato ad andarla a trovare ma la badante, che ha le chiavi, glielo avrebbe impedito più volte. Stessa cosa, come vediamo nel servizio qui sopra, quando un collega le porta un regalo per l’80° compleanno. Si sente Silvana dire: “Ma adesso io non posso più aprire casa mia, ma stiamo scherzando?”. L’amministratrice, contattata, nega questa modalità di contatto. La sua ex legale, dopo qualche difficoltà, riesce a incontrarla e la dice di averla trovata peggiorata. Anche un vicino sostiene che non uscirebbe più.

Marino, che ha presentato numerosi esposti, sarebbe stato interdetto dalla possibilità di contattarla. Poi però, d’improvviso, l’amministratrice di sostegno permette una videochiamata, che vi mostriamo in parte. Silvana lo riconosce subito e chiede di venire a trovarla. Purtroppo però tanti dettagli fanno capire che non è più quella di prima e che i problemi di memoria sono aumentati. La Iena incontra poi anche l’amministratrice di sostegno.

Ultime News

Vedi tutte
Loading