>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Lotta al coronavirus, la Cina sfodera anche il tampone anale contro il Covid-19

Pechino ha messo in campo una nuova arma per il controllo dei casi sospetti di coronavirus: il tampone anale. Un bastoncino di i 2,5-5 centimetri per verificare la positività delle persone considerate ad alto rischio. I primi a ricevere il test sono stati i passeggeri dell’aeroporto di Pechino, le persone in quarantena e un gruppo di studenti e insegnanti

Che la Cina sia avanti nelle strategie di prevenzione e controllo dei possibili casi di coronavirus è abbastanza noto. Adesso però il governo di Pechino ha sfoderato una nuova arma per fermare la trasmissione del Covid-19: il tampone anale.

Ebbene sì, la Cina ha dato il via alla campagna di test rettali: secondo quanto riportano le agenzie di stampa che citano la televisione di stato, l’esame consisterebbe nell’inserimento nel retto di un bastoncino della lunghezza compresa tra i 2,5 e i 5 centimetri per verificare la presenza di tracce di coronavirus nella parte bassa dell’intestino. 

A ricevere il test sono le persone isolate nelle strutture di quarantena, i soggetti ad alto rischio di esposizione e un nutrito gruppo di studenti e insegnanti che si temeva potessero essere l’origine di un nuovo focolaio di coronavirus

E poi ci sono i passeggeri in arrivo all’aeroporto di Pechino. Qualcosa da tenere a mente per chi decidesse di recarsi a visitare il paese. Secondo le autorità cinesi il tampone anale sarebbe più preciso di quello orofaringeo nell’individuare tracce di coronavirus. Il governo ha comunque chiarito che il nuovo test non verrà usato su larga scale perché “non è conveniente”.

Nell’ultima settimana la Cina ha visto un leggero aumento dei casi di coronavirus, in media 102 al giorno. Con il continuo dilagare della pandemia in molte parti del mondo, Pechino ha aumentato le restrizioni per l’accesso al paese: adesso chi arriva in Cina deve non solo rispettare due settimane di quarantena in un Covid Hotel, ma anche una settimana di isolamento domiciliare e un’altra di “osservazione” in cui è proibito recarsi a riunioni pubbliche. A meno che il tampone anale non sia negativo, si intende.

Ultime News

Vedi tutte
Loading