>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

Play
Titty Astarita era stata cacciata dalla sua squadra di calcio femminile, nata per favorire l'integrazione. La Iena Andrea Rossi è andato a mettere pace

Siamo andati dalle ragazze della squadra femminile di calcio AfroNapoli, da giorni nella bufera perché il loro capitano, Titty Astarita, è stata esclusa dalla squadra dopo essersi candidata in una lista civica appoggiata da “Noi con Salvini”.

AfroNapoli ha scelto l’integrazione come valore fondante. “Le ideologia politiche non dovrebbero entrarci nulla col calcio”. Le sue compagne in segno di protesta hanno smesso di giocare per appoggiarla, anche se ha “idee politiche differenti”.

Andrea Rossi è andata a parlare con il presidente, Antonio Gargiulo: “Noi non vogliamo fare discriminazioni, però dobbiamo porci il problema se il nostro tesserato si schiera con una fazione politica che invece è contro l’accoglienza”.

La nostra Iena è riuscita a portare la pace e a strappare al presidente la promessa di farla rientrare  in squadra: “Tornerà a giocare sicuramente”.

Guarda qui sotto alcune immagini del servizio.

AfroNapoli: cacciata calciatrice "leghista"

1 di 7

Altri servizi di questa puntata

i nostri servizi

i video più visti

vedi tutti

Ultime puntate

Archivio Puntate
2018
2018
  • 2018
  • 2017
  • 2016
  • 2015
  • 2014
  • 2013
  • 2012
  • 2011
  • 2010
  • 2009
  • 2008
  • 2007
  • 2006
  • 2005
  • 2004
  • 2003
  • 2002
  • 2001
  • 2000
  • 1999
  • 1998
  • 1997
Ott
Ott
mer 17
mer 17

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.