>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

Play
È stato condannato a tre anni: oggi parla Carlo Cirrincione accusato di violenza sessuale da 9 pazienti ultra 70enni e con problemi psichici

“Mi sarei avvicinato al suo seno e durante la visita le avrei succhiato i capezzoli”. Da questa denuncia inizia l’incubo di Carlo Cirrincione, medico chirurgo condannato per violenza sessuale a tre anni di reclusione.

Da quel 13 giugno del 2013, quando è stato arrestato molti dettagli della sua vicenda non tornano. Ad accusarlo è una paziente con gravi problemi psichici. In base al racconto della donna il chirurgo con doppia specializzazione in cardiologia e pneumologia ha approfittato del suo ruolo durante una visita medica.

Le molestie subìte sono contenute nella denuncia da cui è partito il processo a suo carico. A questa testimonianza se ne sono aggiunte molte altre, tutte di ultra 70enni oggi ricoverate in strutture psichiatriche e case di riposo. C’è chi lo accusa di palpeggiamenti chi addirittura di sesso orale.

La condanna parla chiaro: tre anni di carcere e sospensione dal lavoro. Ma molti dubbi restano aperti.

Altri servizi di questa puntata

i video più visti

vedi tutti

Ultime puntate

Archivio Puntate
2018
2018
  • 2018
  • 2017
  • 2016
  • 2015
  • 2014
  • 2013
  • 2012
  • 2011
  • 2010
  • 2009
  • 2008
  • 2007
  • 2006
  • 2005
  • 2004
  • 2003
  • 2002
  • 2001
  • 2000
  • 1999
  • 1998
  • 1997
Nov
Nov
dom 04
dom 04

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.