>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

Play
La Iena Nicolò De Devitiis è andata a Venezia, a documentare il fenomeno delle borseggiatrici e cercare di parlare con queste ragazze giovanissime (con parecchie difficoltà)

Nicolò De Devitiis è andato a Venezia, dove ogni giorno giovanissime ragazze rubano portafogli dalle borse dei turisti. Siamo corsi dietro ad alcune di loro e abbiamo cercato di parlarci. Sono spesso ragazze vestite bene che si confondono facilmente con i turisti.

“Le arrestiamo ogni giorno”, ci hanno risposto le autorità, a cui la nostra Iena ha chiesto spiegazioni del fenomeno così diffuso. Ma ci spiegano che le ragazze sanno che dichiarandosi minorenni o incinte rischiano molto poco.

All’ennesimo tentativo della nostra Iena di parlare con alcune di loro la situazione degenera e la nostra Iena e il cameraman si beccano pure botte, sputi e calci.

Nicolò De Devitiis lancia così un appello: “Rom d’Italia fatevi avanti e raccontateci un’altra storia, non lasciate che siano queste persone a rappresentarvi”.

Guarda qui sotto la gallery con le foto del servizio

Le borseggiatrici rom di Venezia, minorenni o incinte. Le foto

1 di 9

Altri servizi di questa puntata

i nostri servizi

i video più visti

vedi tutti

Ultime puntate

Archivio Puntate
2018
2018
  • 2018
  • 2017
  • 2016
  • 2015
  • 2014
  • 2013
  • 2012
  • 2011
  • 2010
  • 2009
  • 2008
  • 2007
  • 2006
  • 2005
  • 2004
  • 2003
  • 2002
  • 2001
  • 2000
  • 1999
  • 1998
  • 1997
Ott
Ott
dom 21
dom 21

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.