>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
Play
Due prof con la passione per la musica hanno preso un po' troppo seriamente il messaggio dell'ultimo singolo di Marco Mengoni, "Muhammad Ali", di non mollare mai e lo seguono anche oltre i confini italiani. Paura per Marco fino a quando capisce che è uno scherzo de Le Iene!

In occasione dell’uscita del videoclip dell’ultimo singolo di Marco Mengoni, il suo ufficio stampa gli ha organizzato una presentazione molto particolare: all’Università Bicocca di Milano, in un’aula piena di studenti e soprattutto in compagnia di due strani prof con il sogno della musica.

Dopo una faticosissima presentazione in cui Mengoni riesce a prendere la parola massimo per un minuto, proprio quando pensa di avere finalmente il microfono in mano, tra i due prof scoppia una rissa e se le danno di santa ragione! Ma non finisce qui. Nei giorni successivi i professori che non mollano mai lo inseguono, facendosi trovare non solo nello studio di registrazione, ma anche all’aeroporto. Perfino ad attenderlo nell’albergo dove soggiorna per la sua prima tappa del tour, a Berlino, c’è uno dei due prof che vuole convincerlo a cantare insieme.
Seconda tappa: Svizzera. E anche qui c’è uno dei nostri prof-stalker ad aspettarlo direttamente nella sua camera, dove presto lo raggiunge anche l’altro professore. Marco è allibito e spaventato. Non resta che duettare e svelare che era tutto un nostro scherzo!

Altri servizi di questa puntata

video più visti

vedi tutti

Ultime puntate

Archivio Puntate
2019
2019
  • 2019
  • 2018
  • 2017
  • 2016
  • 2015
  • 2014
  • 2013
  • 2012
  • 2011
  • 2010
  • 2009
  • 2008
  • 2007
  • 2006
  • 2005
  • 2004
  • 2003
  • 2002
  • 2001
  • 2000
  • 1999
  • 1998
  • 1997
Apr
Apr
dom 14
dom 14

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.