>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
Play
Don Antonio Mandrelli ama pistole e fucili più del quinto comandamento. Alice Martinelli, travestita da suora, è andata a ricordargli le parole di Papa Francesco. Ma lui non cede e ci parla anche delle sue conquiste femminili

Se entra a casa mia un ladro? Io prima sparo per aria o in basso, poi gli dico: se insisti aggiusto il tiro e ti gambizzo”. Don Antonio Mandrelli, parroco in provincia di Urbino, non ha dubbi. E nel dibattito sulla legittima difesa, che martedì prossimo andrà in discussione alla Camera, la sua è una posizione nettissima. “Mi dà più sicurezza il fucile con i pallini” che forze dell’ordine e giustizia italiana.

Alice Martinelli, travestita da suora, è andata da don Antonio a ricordargli che esiste il quinto comandamento (“non uccidere”) e che anche Papa Francesco si è espresso per la difesa della vita umana, in ogni circostanza. Ma lui, il prete con una pistola e due fucili, non si tira indietro e rilancia:  Può dire cavolate anche il Papa!”.

Don Antonio, al quale i Carabinieri hanno ora sequestrato i fucili, è stato più volte visitato dai ladri e l’ultima volta gli hanno portato via la stessa amata pistola. Ma lui resta un parroco comunque particolare, e alla nostra “suor Alice” parla anche di immigrazione: “Salvini per me ha fatto bene, a chiudere i porti. Aiutiamoli in Africa”.

E alla fine Don Antonio racconta anche delle sue numerose “sbornie d’amore”, delle avventure galanti che ha avuto a decine prima di indossare l’abito talare.

Altri servizi di questa puntata

video più visti

vedi tutti

Ultime puntate

Archivio Puntate
2019
2019
  • 2019
  • 2018
  • 2017
  • 2016
  • 2015
  • 2014
  • 2013
  • 2012
  • 2011
  • 2010
  • 2009
  • 2008
  • 2007
  • 2006
  • 2005
  • 2004
  • 2003
  • 2002
  • 2001
  • 2000
  • 1999
  • 1998
  • 1997
Mar
Mar
dom 03
dom 03

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.