>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

Play
Il rapper Gué Pequeno è caduto nella rete dei nostri Corti e Onnis. Che gli hanno fatto credere che il suo orologio era finito in un orifizio durante un gioco erotico

Che cosa ha di più caro Gué Pequeno? Il suo orologio. E noi gli abbiamo fatto credere che fosse stato rubato. Il primo complice dello scherzo de Le Iene al rapper è Roberto, un creatore di brand.

Lui è incaricato di “pimpare” l’orologio di Gué, cioè lo devo incastonare di diamanti. Un lavoro da 40mila euro. Ma qualcosa va storto proprio durante la consegna. Giovanni, il fattorino, gli recapita una patacca. Gué si accorge che quello è un falso e inizia un’esilarante ricerca dell’originale.

Il rapper si fionda nel laboratorio dove è stato lavorato, proprio in quel momento al titolare arriva un videomessaggio del fattorino. Viene mostrato a Gué che riconosce al polso del ragazzo il suo orologio. Così si precipita a casa sua: lo sorprende durante un gioco erotico in cui il suo prezioso si è perso in un orifizio. Una vera e propria “inc…” per Gué Pequeno almeno finché non compaiono i nostri Corti e Onnis.

Altri servizi di questa puntata

i video più visti

vedi tutti

Ultime puntate

Archivio Puntate
2018
2018
  • 2018
  • 2017
  • 2016
  • 2015
  • 2014
  • 2013
  • 2012
  • 2011
  • 2010
  • 2009
  • 2008
  • 2007
  • 2006
  • 2005
  • 2004
  • 2003
  • 2002
  • 2001
  • 2000
  • 1999
  • 1998
  • 1997
Nov
Nov
dom 04
dom 04

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.