>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
Play
Matteo Viviani ha incontrato i genitori di Igor Maj, 14enne di Milano. Il padre ci racconta che il figlio è morto per una folle sfida che ha trovato sul web: il Blackout challenge

Matteo Viviani parla con il papà di Igor Maj, il 14enne milanese morto in settembre. Il padre Ramon racconta a Matteo Viviani che è morto per una folle sfida online: il Blackout challenge. Un pericolosissimo “gioco” che consiste nel legarsi qualcosa al collo fino a svenire per qualche istante.

Un giorno Ramon, il papà, riceve una telefonata mentre è a lavoro dalla signora che li aiuta in casa: “Mi dice che dovevo tornare a casa perché Igor stava molto male. L’unità di rianimazione faceva il massaggio cardiaco a Igor. Io ci ho creduto fino alla fine ma poi mi hanno comunicato che non c’era più attività cerebrale. Ho visto la scena e ho capito: lui si è attaccato una corda intorno al collo e si è soffocato. L’unica cosa che ho pensato è stato il suicidio però mi sembrava assolutamente impossibile”.

Poco dopo, controllando la cronologia sul cellulare di Igor, i genitori vengono a sapere che poco prima Igor aveva visto un video sulle challenge più pericolose, tra cui c’era proprio questa “sfida del soffocamento”, di cui Ramon e sua moglie non sapevano nulla.

È una realtà che appartiene al mondo dei ragazzini, di cui gli adulti di solito sanno poco, per questo Ramon è ora convinto che sia importante parlare e informare i ragazzi e i genitori: “Sono convinto che conoscere i pericoli e farli conoscere ai ragazzi è sempre una cosa positiva”.

Altri servizi di questa puntata

video più visti

vedi tutti

Ultime puntate

Archivio Puntate
2019
2019
  • 2019
  • 2018
  • 2017
  • 2016
  • 2015
  • 2014
  • 2013
  • 2012
  • 2011
  • 2010
  • 2009
  • 2008
  • 2007
  • 2006
  • 2005
  • 2004
  • 2003
  • 2002
  • 2001
  • 2000
  • 1999
  • 1998
  • 1997
Apr
Apr
mar 02
mar 02

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.