>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
Play
Alla Locanda dei girasoli a Roma lavorano 9 ragazzi affetti dalla sindrome di Down e da autismo. Ma rischia di chiudere a causa dei costi di gestione. La sindaca Virginia Raggi si è impegnata per salvarla

È un esempio di inclusione per 9 ragazzi affetti dalla sindrome di Down e da autismo. E’ la Locanda dei Girasoli che però rischia di chiudere. Siamo a Roma è un ristorante molto particolare.

Qui con Giulio Golia conosciamo Anna, la cameriera, Simone, il caposala. E poi ci sono Viviana, Ettore e Federico. Il loro impegno nella locanda li rende più socievoli, orgogliosi, aperti. “Negli altri ristoranti si può adeguare il personale in base alla giornata”, spiega Ugo Minghini, il direttore. “Qui invece i nostri ragazzi sono assunti e per noi i costi sono sempre da tutto esaurito”.

Allora genitori e operatori hanno pensato di cambiare sede per andare in un posto più affollato. Anche la sindaca Virginia Raggi si è presa questo impegno due mesi fa, ma al momento non ci sono novità. E a marzo, la locanda rischia davvero di chiudere.

“Il Comune ha preso molti locali confiscati alla mafia, mi auguro che possano partecipare al bando per l’assegnazione. E’ una gara quindi vada come vada!”, ci dice la sindaca di Roma. Nell’attesa tutti possiamo fare una sola cosa per aiutarli concretamente: andare a questo ristorante che ha un cromosoma in più!

Altri servizi di questa puntata

video più visti

vedi tutti

Ultime puntate

Archivio Puntate
2019
2019
  • 2019
  • 2018
  • 2017
  • 2016
  • 2015
  • 2014
  • 2013
  • 2012
  • 2011
  • 2010
  • 2009
  • 2008
  • 2007
  • 2006
  • 2005
  • 2004
  • 2003
  • 2002
  • 2001
  • 2000
  • 1999
  • 1998
  • 1997
Feb
Feb
dom 10
dom 10

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.