>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
Play
Grazia, una testimone di Geova, si è trovata davanti a un bivio: accettare la trasfusione di sangue o morire. Ha scelto di vivere, ma ha perso i rapporti con le sue tre figlie

“Morire senza sangue... Ti accorgi che stai morendo”. Grazia, una donna della provincia di Salerno, due anni fa si è trovata davanti a un bivio: accettare una trasfusione di sangue, e quindi andare contro uno dei precetti del suo credo, oppure morire. Già, perché Grazia è una Testimone di Geova, come altre 250.000 persone in Italia e la sua religione proibisce le trasfusioni di sangue.

Alla fine Grazia accetta: aveva un tumore e aveva dovuto togliere l'utero. Per una complicazione ha avuto bisogno di una trasfusione. Ha pensato: “Non può essere che Geova vuole che muoia”.

Per questo è stata “disassociata”, cioè non può più far parte della comunità dei Testimoni di Geova, e nessuno deve avere i contatti con lei, comprese le sue figlie.

“Io cercavo di far capire loro che eravamo in una setta, loro invece continuano a crederci”, ci spiega la donna, che da due anni non vede più le tre figlie.

Ora vivono con una famiglia di Testimoni di Geova che le ha ospitate. Roberta Rei è andata a parlare direttamente con loro.

Altri servizi di questa puntata

video più visti

vedi tutti

Ultime puntate

Archivio Puntate
2019
2019
  • 2019
  • 2018
  • 2017
  • 2016
  • 2015
  • 2014
  • 2013
  • 2012
  • 2011
  • 2010
  • 2009
  • 2008
  • 2007
  • 2006
  • 2005
  • 2004
  • 2003
  • 2002
  • 2001
  • 2000
  • 1999
  • 1998
  • 1997
Feb
Feb
dom 17
dom 17

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.