>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Barbareschi: “Questi del #MeToo sono dei mentecatti”

Il regista e produttore rivela di aver messo sotto contratto Fausto Brizzi dopo le accuse di molestie sessuali

“Questi del #MeToo sono dei mentecatti, lui è un genio. Ha una testa meravigliosa”. Lo dice il regista e produttore Luca Barbareschi, parlando di Fausto Brizzi, con cui ha stretto una collaborazione. “È sotto contratto per tre anni a capo della sezione Eliseo Cinema” rivela. “Con lui abbiamo triplicato il fatturato del cinema. È pazzesco quello che è accaduto, non ha fatto niente” continua Barbareschi. “Quando ho letto che volevano togliere il suo nome dal suo film è stata la dimostrazione della insipienza della capacità manageriale di alcuni”.

Barbareschi vecchia conoscenza de Le Iene, nel 2013 ai tempi del suo impegno in Parlamento, Filippo Roma lo aveva seguito per chiedergli conto delle sue assenze in aula che in sei mesi avevano superato il 97%. Il regista però non aveva gradito le nostre domande tanto da prendere a cazzotti il nostro inviato.

Oggi invece l'attore si scaglia contro il movimento femminista #MeToo nato a fine 2017 proprio per aiutare a denunciare le violenze sessuali e le molestie sul posto di lavoro. Erano le settimane in cui Fausto Brizzi era finito al centro dello scandalo per presunti abusi ai danni di alcune ragazze, grazie al lavoro d'inchiesta portato avanti da Le Iene. “È una roba comica” continua Barbareschi. “Quando leggevo le notizie delle presunte molestie sessuali che hanno travolto il regista ridevo: è da matti rinunciare a Brizzi”.

Dino Giarrusso era riuscito a raccogliere ben quindici testimonianze di ragazze diverse che non si conoscevano tra loro che avevano incontrato Brizzi per un provino. Nel servizio andato in onda a Le Iene lo scorso 12 novembre, molti particolari coincidevano: dall'incontro nel suo studio adibito anche a casa fino alla scusa di un massaggio per rilassarsi passando per gli esercizi di recitazione con scene sempre più ‘realiste' di sesso. Erano ragazze molto giovani che nelle settimane successive hanno firmato una lettera manifesto sottoscritta da 124 donne dello spettacolo in cui raccontano le molestie che avrebbero subìto, tre di loro hanno presentato denuncia per violenza sessuale.


Guarda qui sotto l'ultimo video della nostra inchiesta

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.