>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

News |

Bombe italiane sui civili in Yemen: i servizi de Le Iene

Nuova denuncia penale di alcune organizzazioni. Ecco quando ci siamo occupati delle nostre armi in questa atroce  guerra civile

Bombe di fabbricazione italiana continuano a uccidere civili in Yemen. A sostenerlo sono alcune organizzazioni, l’European Center for Constitutional and Human Rights, la Mwatana Organization for Human Rights, con sede nello Yemen, e la Rete Italiana per il Disarmo, anche con una denuncia penale da presentare alla procura di Roma che fa riferimento a un singolo episodio, l’uccisione di un’intera famiglia di sei persone, compresa la madre incinta e quattro figli. Le armi verrebbero utilizzate nei bombardamenti aerei delle truppe saudite nella guerra civile che dal 2015 le fede fronteggiare gli Houthi filoiraniani insanguinando il sud della penisola araba. Noi de Le Iene ci siamo già occupati più volte con servizi e articoli di queste vicende.
“L'Italia nel 2016 ha esportato armamenti per 428 milioni di euro, per la maggior parte bombe aeree prodotte nel nostro Paese”,  dice Giorgio Beretta dell’Osservatorio permanente sulle armi leggere – Opal di Brescia. “L’Italia dovrebbe riportate alle Nazioni Unite le esportazioni di sistemi militari nel mondo, ma è stato l’unico paese dell’Unione europea a evocare la clausola di riservatezza per cui è impossibile sapere con certezza quali sistemi militari esporta”. “Il nostro Paese continua a esportare armi verso i membri della coalizione militare guidata dai sauditi per la guerra nello Yemen”, sostiene  Francesco Vignarca di Rete Italiana per il Disarmo. “Questo è contrario alla legge italiana 185/1990, che vieta le esportazioni di armi verso paesi coinvolti in conflitti armati, con le disposizioni vincolanti della posizione comune dell’Ue sul controllo delle esportazioni di armi e del trattato internazionale sul commercio di armi”. 

Clicca qui per legge del recente boom delle spese militari italiane e guarda qui sotto i servizi che abbiamo dedicato a questi temi e in particolare allo Yemen e alle responsabilità italiane in questa guerra.
 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.