>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Crollo del ponte Allaro: camion in panne nel letto del fiume in piena | VIDEO

Camion in panne nel greto del fiume, studenti costretti a scendere dagli autobus in mezzo alla strada, dopo tre anni continuano i disagi a seguito del crollo del ponte sull’Allaro. Con le piogge la situazione è insostenibile e alcuni mezzi sono finiti in panne in mezzo all’acqua

Nuovi disagi dopo il crollo del ponte sull’Allaro. Come temuto e annunciato dai cittadini di Caulonia che nelle scorse settimane hanno contattato Le Iene, ora con l’inizio delle piogge il fiume è in piena. E proprio il fiume era stato indicato come strada alternativa al ponte, crollato tre anni fa.

Poche ore fa un tir è rimasto bloccato tra l’acqua e il fango mentre percorreva il tratto di sterrato indicato come strada alternativa. Così la situazione è veramente insostenibile per le migliaia di automobilisti che ogni giorno si spostano tra le province di Catanzaro e Reggio Calabria. I disagi sono ben documentati nel video (che potete vedere qui sopra) realizzato da Valeria Chiera e Vincenzo Milano che da qualche settimana denunciano la situazione a Le Iene.

“Un tir è rimasto bloccato e sono dovute intervenire delle ruspe per liberarlo dal letto del fiume nel quale era rimasto incastrato”, racconta Valeria. Infatti da qualche giorno la Protezione civile ha diramato un’allerta meteo per le incessanti piogge. Di conseguenza il letto dell’Allaro si è allagato impedendo ai mezzi pesanti di transitare. Una strada alternativa ci sarebbe, ma è un altro ponte che ha una limitazione. “Non vi possono transitare quelli con massa superiore alle 3,5 tonnellate, ma anche questo manufatto non è messo meglio rispetto a quello crollato”, ci spiega Valeria.

I disagi però non sono solo per gli autotrasportatori, ma anche per gli studenti. “Dopo l’inizio delle scuole, i ragazzi sono costretti ad attraversare il ponte dell’Allaro mediante un servizio navetta”, continua Valeria. “Con trasbordo dall’autobus in mezzo alla strada in una situazione di pericolo”.

Nelle scorse settimane Valeria facendosi portavoce del disagio di migliaia di persone tramite Le Iene ha lanciato il suo appello al ministro alle Infrastrutture Danilo Toninelli. “Spero che il ministero intervenga e si interessi al nostro caso. Ridateci dignità e soprattutto una strada sicura”, aveva detto a Le Iene. Ma ancora il ritorno alla normalità pare veramente lontano. Dal crollo del ponte sono passati esattamente tre anni. La statale 106 è stata ripristinata con l’apertura di una corsia su cui vige il senso unico alternato, ma per la fragilità del viadotto i mezzi pesanti non vi possono transitare. Camion, pullman e anche auto private fino a qualche giorno fa venivano dirottati nel greto del fiume. Ora con le piogge il letto dell’Allaro si è allagato e ai veicoli non resta altro che fare giri interminabili.

L’attenzione sullo stato dei ponti italiani sta particolarmente a cuore a Le Iene. Nei giorni scorsi in tantissimi ci avete segnalato situazioni potenzialmente pericolose dopo il servizio del nostro Filippo Roma che si è interessato dello stato dei viadotti lungo le A24 e A25. Da Oristano a Teramo, da Siracusa a Como abbiamo ricevuto le vostre foto che potete continuare a mandareredazioneiene@mediaset.it

 

Guarda qui sotto l’appello di Valeria Chiera dopo il crollo del ponte sull’Allaro

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.