>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News | di SCHEMBRI |

Indagata per falsa cura dei tumori, Alba Puddu spiega la sua teoria

La chirurgia estetica Alba Puddu difende la sua terapia con gli ultrasuoni

Alba Puddu, la chirurga estetica che pretende di curare i tumori con gli ultrasuoni, è stata ascoltata dall’ordine dei medici della provincia di Nuoro. La dottoressa, il cui caso è scoppiato dopo il servizio del nostro Silvio Schembri del 19 novembre scorso, è indagata per omicidio colposo, lesioni, raggiro e truffa.

Si è presentata all’ordine per spiegare il perché usi tecniche a ultrasuoni, sconsigliando le chemioterapie e i metodi del protocollo ministeriale. A detta del suo legale, Alberto Ippolito, la dottoressa avrebbe anche esposto all’ordine i risultati raggiunti con i pazienti grazie alle sue cure.

Dopo il sequestro delle attrezzature dello studio medico, non sembrano esserci ancora sviluppi rilevanti sull’inchiesta giudiziaria: si aspettano le analisi degli esperti sulle attrezzature sequestrate.

Nel servizio della Iena Silvio Schembri, che vi riproponiamo qui sotto, avevamo mostrato come opera Alba Puddu, oltre a raccontare la versione dei familiari di alcuni pazienti della dottoressa. Pazienti che, in due casi, sarebbero deceduti sotto le cure del chirurgo estetico.

Guarda qui sotto il servizio di Silvio Schembri sulla dottoressa Puddu

esclusiva web
Vi sveliamo in esclusiva come è stata decisa e a che cosa punta l’ispezione del ministero della Giustizia, che ha ora tutti gli atti dell’inchiesta. Quella per cui sono stati condannati all’ergastolo Rosa Bazzi e Olindo Romano e di cui vi abbiamo parlato fino a un mese fa con i sei servizi di Marco Occhipinti e Antonino Monteleone

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.