>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

News | di GOLIA |

Marco Vannini, la diretta Facebook della fiaccolata

Il 17 maggio 2015 Marco Vannini è stato ucciso a 20 anni dal padre della sua fidanzata, Antonio Ciontoli, mentre si trovava a casa loro. Guarda la fiaccolata a Cerveteri, dopo tre anni senza una verità certa. Noi ci siamo, con il nostro Giulio Golia

Come aveva promesso nel suo appello a partecipare di oggi, Giulio Golia è a Cerveteri (Roma) per la fiaccolata, che potete vedere nel video qui sopra, nell'anniversario dei tre anni passati dalla morte di Marco Vannini, ucciso a 20 anni da un colpo di pistola del padre della sua fidanzata.

Per strada ci sono tantissime persone, migliaia, di tutte le età, molte di più del previsto. Chiedono gridando, tutti, mentre illuminano le strade di Cerveteri: "Giustizia, giustizia, giustizia per Marco!".

La sera del 17 maggio 2015
, secondo la verità processuale, Antonio Ciontoli, sottufficiale della marina militare distaccato ai servizi segreti, spara accidentalmente un proiettile verso il braccio destro di Marco, andando a colpire il torace. I soccorsi vengono inspiegabilmente chiamati solo un’ora dopo e Marco muore per emorragia interna.

Dopo sua la morte, tutta la famiglia Ciontoli viene accusata di omicidio volontario. Pochi giorni fa la sentenza di primo grado condanna il padre Antonio a 14 anni per omicidio volontario, la moglie Maria e i figli Federico e Martina a 3 anni per omicidio colposo. Viene invece assolta la fidanzata di Federico, Viola Giorgini.

Dopo 3 anni dall’accaduto non sono ancora chiare le dinamiche di quella notte. Il nostro Giulio Golia le ha ripercorse in due servizi: dalle telefonate al 118, in cui nessun membro della famiglia Ciontoli fa riferimento al colpo di arma da fuoco, alle intercettazioni in caserma e l’interrogatorio, fino alle registrazioni dei vicini di casa dei Ciontoli.

Guarda qui sotto i due servizi di Giulio Golia dedicati alla morte di Marco Vannini.

 





 

 

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.