>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

News |

Nuove accuse di molestie a Fausto Brizzi: ora indaga anche la magistratura

Dopo i nostri servizi, la procura di Roma avrebbe aperto un'inchiesta sulla base di nuove testimonianze. Ecco tutte le tappe del caso

Dopo le inchieste delle Iene sulle molestie sessuali che l'hanno coinvolto con le accuse di 15 attrici e aspiranti tali, per il regista Fausto Brizzi ci sarebbe anche un'inchiesta aperta contro di lui dalla procura di Roma.

Qui sotto trovate tutte le tappe dei nostri servizi. Le indagini aperte a Roma, secondo quanto riportato da Repubblica e dal Fatto Quotidiano, riguarderebbero nuovi casi avvenuti negli ultimi sei mesi (il termine richiesto dalla legge italiana per denunciare molestie, abusi e violenze sessuali). L'approccio sarebbe stato all'inizio soft, come nei racconti delle ragazze alle Iene. Brizzi sarebbe poi diventato più aggressivo, fino al contatto fisico.

L'avvocato Antonio Marino, difensore di Brizzi, secondo quanto riportato dall'Ansa, sostiene che "non esistono a suo carico iscrizioni a suo carico presso la Procura della Repubblica di Roma".

Le nostre inchieste erano state le prime, le più significative e quasi le uniche sulle molestie nel mondo dello spettacolo in Italia, seguite al caso Weinstein in America. Dino Giarrusso aveva raccolto prima la testimonianza di presunte molestie che dieci ragazze avrebbero subito da Brizzi. Il regista a novembre ha deciso di lasciare la sua società di produzione, sostenendo comunque di “non avere mai avuto rapporti non consenzienti”.

Abbiamo cercato più volte di contattare Brizzi, ma non si è mai fatto trovare. Il 19 novembre abbiamo annunciato che ci saremmo fermati con l'inchiesta perché a quel punto era “giusto che di questa brutta vicenda ci si occupi nelle aule dei Tribunali”. Parte del mondo dello spettacolo si era schierato “a riccio” a difesa di Brizzi, lui attraverso il suo avvocato ha “smentito qualsiasi forma di abuso”. Noi lo abbiamo invitato a querelarci per diffamazione, così da poterne discutere in un'aula di Tribunale. Non è arrivato nulla. Abbiamo mandato in onda anche la testimonianza delle presunte molestie che altre cinque ragazze avrebbero subito dal regista.

L'avvocato Giulia Bongiorno si è offerta per difendere le 15 ragazze nel caso volessero denunciarlo. Il 19 dicembre abbiamo raccontato come con la sua onlus “Doppia difesa” aveva già raccolto alcune denunce.

Ecco, qua sotto, tutte le tappe della nostra inchiesta.

Tutte le tappe dell'inchiesta

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.