>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Tassisti abusivi cinesi: aperta un'inchiesta per le minacce a Jessica

La “complice” de Le Iene è stata minacciata di morte per mesi. Con il servizio di Matteo Viviani abbiamo scoperto come funziona il servizio illegale di autisti “cinesi per cinesi” al nero

Dopo il nostro servizio sul “Mondo nascosto degli autisti cinesi”, la procura di Milano apre un’inchiesta. La nostra “complice” Jessica ci aveva fatto da guida nel mondo nascosto dei Driver cinesi al nero a Milano. Dopo il nostro servizio per mesi è stata tempestata di minacce di morte quotidiane nella comunità milanese, da tutta Italia e perfino sui social cinesi. Noi de Le Iene ci siamo mossi subito per aiutare lei e la sua famiglia (nel mirino è finito pure il ristorante del padre), ma hanno deciso di prendere altre strade. Jessica, con l’avvocato Raffaele Giacomini, alla fine ha denunciato tutto. E ora la procura indaga.

Il servizio abusivo di “cinesi per cinesi” è noto da tempo, noi però siamo riusciti a scoprire come funziona, partendo da un driver che appena ci ha visto è scappato con la portiera aperta, buttando anche per terra un vigile. Il giorno dopo è stato identificato, denunciato per resistenza a pubblica ufficiale e multato per servizio abusivo di Noleggio con conducente.

Sfoglia qui sotto le foto del servizio nella gallery.

Tassisti abusivi cinesi, come funziona il servizio al nero: le foto

 
1 di 46



Matteo Viviani, con l’aiuto di Jessica, ha scoperto l’app per cellulare Risciò, raggiungibile e scaricabile sollo in cinese. Permette di prenotare auto in tutto il mondo e in tutta Italia. Si paga con carte di credito cinesi, il sistema di pagamento Alipay o il "supersocial" WeChat, usato da 800 milioni di cinesi. Del pagamento in Italia non rimane traccia ed è qui il problema: non viene pagato un euro di tasse.

Si tratta di evasione pura e di un servizio illegale. In barba a tassisti e a chi ha pagato la licenza e il tagliando Ncc (Noleggio con conducente), che deve esporre secondo la legge sulla macchina. Se si chiede così agli autisti cinesi chi stanno trasportando, rispondono sempre “un amico” o “un parente”.

Abbiamo fatto bene”, diceva Jessica, salutandosi con la Iena Matteo Viviani alla fine del servizio. “Non mi piace che la cosa venga generalizzata a tutti i cinesi, se no il messaggio è che tutti i cinesi evadono le tasse e fanno i furbi facendosi i soldi. Mia madre e mio padre pagano le tasse. Non è giusto pensare che tutti i cinesi evadono le tasse. Ci sono anche cinesi buoni e onesti come la mia famiglia».

La comunità cinese vicina ai tassisti abusivi, non la pensa così. I nostri magistrati, per fortuna, sì.

Guarda qui sotto il servizio di Matteo Viviani.

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.