>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

La Iena Filippo Roma aggredito a Italia 5 Stelle: “Volevano linciarci” | VIDEO

Filippo Roma era a Napoli alla convention del Movimento 5 Stelle per intervistare Virginia Raggi sulla nostra inchiesta dei rifiuti. “La folla ha iniziato a urlarci di tutto, cercavano di metterci le mani addosso: ci ha salvato l’intervento della polizia”, racconta la Iena

“Volevano linciarci, ci hanno salvato i poliziotti”: Filippo Roma è stato aggredito a Napoli durante Italia 5 stelle. La Iena era alla convention del M5s per cercare di parlare con il sindaco di Roma Virginia Raggi, dopo la nostra inchiesta sui rifiuti della Capitale che potete vedere sopra: “Con il cameraman abbiamo cercato di avvicinarla in una zona comune, ed è scoppiato il pandemonio”.

“La folla ha iniziato a urlarci di tutto: bastardi, figli di puttana, venduti”, racconta la Iena. “Hanno cercato di metterci le mani addosso: il cameramen è stato spintonato, io ho schivato un pugno. Siamo stati salvati dai poliziotti perché la folla voleva linciarci: ci hanno portato in una zona di sicurezza, solo così abbiamo evitato problemi più grossi”.

Proprio con Filippo Roma e Marco Occhipinti abbiamo svelato un possibile scandalo sulla gestione dei rifiuti a Roma, nel servizio che potete vedere sopra: secondo quanto denunciato da alcuni operatori la raccolta dei rifiuti degli esercizi commerciali avviene nelle ore notturne, quando le attività sono chiuse: questo rende impossibile raccogliere la differenziata. Nonostante questo alcuni dipendenti strisciano con il palmare dell'azienda un codice a barre presente all'esterno dell'utenza e in questo modo risulta che la spazzatura è stata raccolta regolarmente, quando invece rimane in strada. Ora anche la procura di Roma sta indagando su questi presunti “furbetti” della raccolta dei rifiuti.

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.