>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Bottigliate al rivale in amore, dopo Le Iene arriva il processo per tentato omicidio

Disposto il giudizio immediato a Mantova con l’accusa di tentato omicidio aggravato e minacce per Marco De Angeli, il barista che un anno fa ha aggredito a bottigliate il rivale in amore Cristian. Dopo il servizio di Matteo Viviani, sono partite ulteriori indagini anche per far luce sugli aspetti ancora non chiariti a seguito dei fatti

Tentato omicidio aggravato e minacce sono le accuse per Marco De Angeli, il barista di Mantova che ha colpito con una bottiglia di vetro il rivale in amore Cristian, 26 anni. Con queste accuse è stato disposto il giudizio immediato per De Angeli, dopo il servizio di Matteo Viviani che potete vedere qui sopra. Prima dell’intervento de Le Iene non sembrava essere stata fatta veramente chiarezza in questa storia, neppure i Carabinieri che nelle ore successive alla nostra puntata sono finiti sotto accusa.

È il 28 luglio, piazza Broletto a Mantova è piena di gente. Cristian di origini moldave viene aggredito da un suo ex compagno di scuola, Marco. Una vicenda di antipatie e di gelosie, perché Cristian pare avesse avuto una breve relazione sentimentale con Eleonora, la ex fidanzata di lui.

Stavamo bevendo una birra tutti insieme, la bottiglia Marco ce l’aveva già in mano, nella rincorsa l’ha spaccata per terra ed è andato là con il collo della bottiglia”, racconta Eleonora a Matteo Viviani. Tra i due sarebbe scoppiata una rissa, con Cristian che non si accorge di essere stato colpito con la bottiglia rotta finché non vede il sangue. Il ragazzo viene portato da ambulanza e carabinieri in ospedale. Ma lì, stando al racconto dell’aggredito, i militari avrebbero minimizzato l’accaduto e non avrebbero indagato a sufficienza.

Dopo il nostro servizio, il barista viene sottoposto all’interrogatorio di garanzia e nei suoi confronti è stata decisa una misura di divieto di avvicinamento a Cristian. Anche i carabinieri finiscono indagati, la Procura di Mantova vuole capire perché i Carabinieri non accettarono la denuncia del giovane moldavo.

L’udienza in cui il barista dovrà rispondere di tentato omicidio aggravato e minacce si terrà il prossimo 2 dicembre

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.