>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Il Quirinale smentisce la telefonata Mattarella-Lattanzi. La nostra fonte è interna alla Consulta. Ecco come sono andate le cose

Una nostra fonte interna alla Corte costituzionale ci ha riferito che il presidente della Repubblica avrebbe telefonato al presidente della Corte Costituzionale, chiamata a pronunciarsi il 24 settembre sul suicidio assistito. Abbiamo cercato fin dalla mattina di avere la versione del Quirinale, che ha smentito solo nel tardo pomeriggio. E solo una volta uscito l’articolo. Mentre la nostra fonte conferma tutto  

Il Quirinale smentisce Iene.it, vi ricostruiamo come sono andate le cose.

Mentre l’attesa per la sentenza della Corte costituzionale sull’aiuto al suicidio, prevista per il 24 settembre, anima i vertici più alti delle istituzioni, una fonte molto autorevole interna alla Corte Costituzionale ha riferito a Iene.it che il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, avrebbe chiamato il presidente della Corte Costituzionale, Giorgio Lattanzi, per parlarne. Giorgio Lattanzi avrebbe rimarcato l'autonomia della Corte.

Vista la delicatezza dell’argomento e l’importanza delle personalità istituzionali chiamate in causa, da stamane alle 9 abbiamo parlato telefonicamente per 5 volte con il Quirinale e comunicato con il funzionario Costantino Del Riccio per avere la versione della presidenza della Repubblica. La nostra richiesta era di avere una conferma o una smentita e nelle varie telefonate ci è stato risposto che se ne stavano occupando e che ci avrebbero contattato a breve. L’ultima chiamata risale alle 14.40 quando abbiamo preannunciato che saremmo andati online alle 16 e quindi abbiamo sollecitato ulteriormente una risposta.
 
Dopo la pubblicazione dell’articolo (cliccate qui per leggerlo), alle 17 Del Riccio ci ha comunicato telefonicamente il seguente commento: “Il presidente Mattarella non interferirebbe mai con l’attività della Corte costituzionale”, con richiesta di integrazione dell’articolo. L’abbiamo pubblicato subito.

Quindici minuti dopo Del Riccio ci ha nuovamente chiamato per comunicarci che il Quirinale sarebbe uscito con una sua nota. “Ma non avete smentito la notizia”, gli diciamo. “Sì”, replica. “Il commento precedente non smentiva la notizia”, insistiamo. Del Riccio a quel punto ci dice che ci richiamerà. Non lo ha fatto.

Poi, alle 17.40, il Quirinale ha pubblicato questa nota, subito inserita nell’articolo: “"In riferimento alla notizia pubblicata dal sito delle Iene secondo la quale il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, avrebbe chiamato il Presidente della Corte Costituzionale in merito alla legge sul fine vita, l’Ufficio stampa del Quirinale precisa quanto segue: 'È una notizia assolutamente falsa e grave. Il Presidente Mattarella non ha mai effettuato né questo né altri simili interventi perché da sempre attento alla distinzione dei ruoli e all’assoluto rispetto dell’indipendenza della Corte Costituzionale'”.

Vista la netta smentita da parte del Quirinale e nel rispetto del Capo dello Stato, abbiamo contattato nuovamente la nostra fonte, interna alla Corte costituzionale e autorevole, che ci ha ribadito in maniera perentoria che era tutto vero.

Ecco come sono andate le cose.
 

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.