>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Prostituzione minorile a Bari: condannati un insegnante e un pasticcere | VIDEO

Attenzione!
La visione di questo video è vietata ai minori. Accedi per verificare i tuoi dati.Ci dispiace, la tua età non ti permette di accedere alla visione di questo contenuto.

La condanna si inserisce nella più ampia inchiesta sul giro di prostituzione minorile nei pressi dello stadio San Nicola di Bari scoperto da Le Iene con l’inchiesta di Nadia Toffa e Marco Fubini nel marzo 2017, che potete vedere qui sopra. Avevamo parlato con quei bambini, che ci avevano raccontato cose terribili

Bambini di 8, 9 e 12 anni che facevano sesso a pagamento con clienti di almeno 50 anni. Nell’ambito dell’inchiesta partita da un reportage de Le Iene del marzo 2017 su un giro di prostituzione minorile nei pressi dello stadio San Nicola a Bari (Puglia), il gup del tribunale di Bari, Giovanni Abbattista, ha condannato a 6 anni e 8 mesi di reclusione un insegnante privato di musica 58enne e a 5 anni e 6 mesi un pasticcere di 51 anni. I due, in carcere dal maggio 2018, sono accusati di atti sessuali con minore, sfruttamento della prostituzione, produzione e detenzione di materiale pedopornografico. Avrebbero abusato di quattro minorenni scambiandosi poi materiale pedopornografico.

I fatti contestati risalgono agli anni tra il 2010 e il 2017, anno in cui il servizio di Nadia Toffa e Marco Fubini, vincitori per questo reportage del Premio Marco Lucchetta, ha scoperto questa terribile realtà a Bari.

Avevamo comunicato ai servizi sociali la situazione: erano intervenuti subito assieme a Vigili e Ufficio Immigrazione. Una volta sgomberato il campo rom in cui i bambini vivevano con le famiglie, ci era stato promesso che i minorenni sarebbero stati accolti in strutture adeguate.

Purtroppo pochi giorni dopo avevamo scoperto che nessuno dei ragazzi incontrati si trovava in una comunità protetta: i responsabili delle operazioni ammettevano di aver perso le loro tracce. Nel secondo servizio, del 2 aprile 2017, siamo quindi tornati a Bari per cercare quei bambini. Nadia Toffa per trovarli è andata nei campi rom della zona, dato che il loro era stato smantellato. Ma nessuno sembrava aver visto i bambini o sapere dove fossero.

A marzo 2018 siamo tornati sul caso, mandando in onda le immagini, che fino a qual momento non avevamo potuto mostrare, dell’incontro di Nadia Toffa con uno degli arrestati, che avevamo filmato mentre abbordava due ragazzini che avevamo conosciuto poco prima.

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.