>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Sigaretta elettronica, allarme anche in Europa: rischia la morte a 19 anni

Dopo i casi negli Stati Uniti, l’Europa: Ewan, un giovane pugile inglese, è rimasto per giorni tra la vita e la morte per una grave polmonite causata, secondo i medici di Nottingham, dall’uso di sigarette elettroniche

L’allarme per le possibili gravi malattie legate all’uso di sigaretta elettronica arriva anche in Europa, dopo le centinaia di casi registrati negli Stati Uniti di cui vi abbiamo parlato con Alessandro Politi, nel servizio che potete vedere qui sopra.

La vita di Ewan, 19 anni, è stato salvata all’ospedale di Nottingham in Inghilterra dopo giorni tra la vita e la morte in insufficienza respoiratoria e sostenuto da ossigenazione extracorporea. Gli è stata diagnosticata una polmonite da ipersensibilità, ovvero una grave patologia a alveoli, intersizio e bronchioli. A provocarla sarebbe stata una risposta immunitaria all’inalazione di sostanze chimiche e il sospetto è che queste sostanze siano state inalate appunto svapando.

Il ragazzo aveva iniziato a usare le sigarette elettroniche nel 2017 quando aveva 16 anni, per smettere di fumare e migliorare nello sport come pugile. Sono arrivate poi tosse, febbre, difficoltà respiratorie. Faceva fatica a respirare, si sentiva soffocare nel sonno. Dopo antibiotici e broncodilatatori, si era rivolto all’ospedale. I medici gli hanno diagnosticato una polmonite da ipersensibilità dovuta proprio all’uso delle sigarette elettroniche, secondo quanto riportato dalla rivista scientigica Archives of Disease in Childhood. Nell’articolo, che potete leggere in originale cliccando qui, potete leggere come questi dottori avvisano dei possibili rischi dello svapo.

Dopo 35 giorni di ricovero, sotto antibiotici e steroidi e una lunga riabilitazione per la debolezza muscolare insorta per la cura molto aggressiva, Ewan ora sta meglio. “Pensavo che sarei morto”, ha detto alla Bbc, “Mi ci sono voluti sei mesi prima di riuscire ad alzarmi dal letto. Non sono ancora tornato alla normalità, lo svapo mi ha rovinato, vorrei che anche i miei amici smettessero”.

Per i medici che lo hanno curato la colpa è delle sigarette elettroniche. In pratica qualcosa che stava fumando avrebbe scatenato il suo sistema immunitario come per un’allergia, provocandogli una polmonite gravissima. Sotto accusa ci sarebbero in particolare alcuni liquidi aromatici delle sigarette elettroniche che avrebbero all’interno anche sostanze irritanti.

I dubbi sono ancora molti, lo ripetiamo ancora una volta. E i medici e i ricercatori sono al lavoro in tutto il mondo per valutare ogni ipotesi e per capire se esiste una correlazione scientificamente certa tra l’uso di sigarette elettroniche e patologie gravissime come quella di Ewan.

L'ultima puntata

Appuntamenti in TV

martedì e domenica ore 21.15, Italia 1

I SERVIZI DELL'ULTIMA PUNTATA

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.