>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Taranto record per tumori sul lavoro. Riondino: "Chiudete l'Ilva"

Il primo maggio, in occasione della festa dei lavoratori, si tiene a Taranto il concerto dell'associazione "Cittadini e lavoratori liberi e pensanti" con Michele Riondino. Proprio in questi giorni i dati Inail sull'incidenza di tumori tra i lavoratori dell'ex Ilva mostrano una situazione allarmante

Taranto è prima per numero assoluto di malattie cancerogene imputabili all’attività lavorativa. Nel 2018 a Taranto i casi sono stati 164, seguita da Napoli (106) e Milano (97). Lo rivelano i dati che dell’indagine basata sugli open data Inail dell’Osservatorio statistico dei Consulenti del lavoro. Dati allarmanti e confermati dall’Osservatorio nazionale amianto: tra i lavoratori dello stabilimento dell’ex Ilva di Taranto si registra il 500% di casi di cancro in più rispetto alla media dei cittadini di Taranto che non lavorano nello stabilimento.

Una situazione tragica, quella dei cittadini di Taranto, che noi de Le Iene abbiamo raccontato in numerosi servizi di Nadia Toffa, che proprio per il suo impegno ha ricevuto la cittadinanza onoraria di Taranto.  Nei servizi dedicati all’emergenza sanitaria in questa città vi abbiamo raccontato le difficoltà che gli abitanti si trovano ad affrontare quotidianamente per via dell’inquinamento. Costretti a convivere con le polveri prodotte dall’acciaieria. In un servizio del 26 febbraio 2017, Nadia è stata a Taranto, nel quartiere i Tamburi, tra i più colpiti, dove a fare le spese dell’inquinamento sono anche i bambini.

“Vorremmo scappare di qua e non possiamo permettercelo. Io voglio veder crescere le mie figlie, voglio vederle sposate”, ha raccontato a Nadia la mamma di una bambina colpita da un sarcoma. Lì, la Iena ha incontrato anche la piccola Gabriella, che le ha raccontato come dalle finestre di casa sua, dove era costretta a rimanere perché malata di leucemia, vedeva l’Ilva. Le abbiamo chiesto: cos’è l’Ilva? “Il fumo”.

In occasione della festa dei lavoratori, come ogni anno, si tiene a Taranto il Concerto Uno Maggio Taranto, ora alla sesta edizione, organizzato dall’associazione “Cittadini e lavoratori Liberi e pensanti” di Taranto insieme a Michele Riondino, Roy Paci e Diodato. Anche il papà di Riondino, come ci ha raccontato l'attore nell'intervista che gli abbiamo fatto, era un operaio dell'Ilva.  "E' andato in prepensionamento, perché ha lavorato a stretto contatto con l'amianto". 

 

Riondino, con il comitato di Liberi e Pensanti, propone "la chiusura dell'Ilva, la decontaminazione dell'aria, la bonifica dei territori circostanti l’azienda e soprattutto il riutilizzo della forza lavoro”.  

 Forza lavoro che, come mostrano i dati, proprio nella città di Taranto è la più colpita dall'emergenza sanitaria. 

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.