>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Aggiudicato il pelo di Malena: la miglior offerta è stata di 1.023 euro! | VIDEO

Dopo aver passato alcuni giorni di quarantena con Malena, Alessandro Di Sarno le ha proposto di mettere all’asta un suo pelo. In tantissimi avete risposto in questi giorni, la miglior offerta di 1.023 euro è stata di Antonio che ora si aggiudica questo prezioso oggetto più unico che raro. Tutto il ricavato andrà all’associazione “Il giardino delle idee” di Torino che aiuta anziani e famiglie in difficoltà

Aggiudicato il pelo di Malena. La miglior offerta è stata quella di Antonio che ora devolverà 1.023 euro all’associazione “Il giardino delle idee” di Torino che si occupa di aiutare anziani e famiglie con problemi economici, per esempio facendo per loro la spesa in questo momento difficile. È proprio lei ad annunciarci il risultato di quest’asta nel video che potete vedere qui sopra. “Mando un bacio a tutti i partecipanti e soprattutto il più caldo e il più grande ad Antonio che se l’è aggiudicato”, dice Malena.

Dopo il nostro servizio in tantissimi avete scritto la vostra offerta in busta chiusa all’associazione che è stata inondata di email. Tra tutte quella con l’offerta più alta è stata quella di Antonio che si aggiudica il pelo che Malena ha messo all’asta dopo aver passato alcuni giorni di quarantena con Alessandro Di Sarno (clicca qui per il servizio). 

A suggerirci questa idea è stata la decisione del presidente del consiglio, appena Giuseppe Conte ha dato il via libera alle visite ai congiunti, ci presentiamo a casa di Malena. Rompiamo il ghiaccio con un tutorial su come favorire lo squirting in una donna. A questo punto siamo entrati in confidenza e le chiediamo quanto guadagna una pornostar: “Non si parla più di film, ma a scene. Un’attrice sconosciuta può andare da 200/300 euro fino a 1.500/2.000, però il mercato più pagato è in America”. E ci dice anche che in base a ogni tipo di scena c’è un tariffario ben preciso: “La doppia anale è in assoluto la più pagata, io ho debuttato così”.

A questo punto Alessandro Di Sarno le confida di voler continuare la quarantena con lei anche per tutta la notte. Ma non ha né il pigiama, né le mutande “perché mi sono cadute le palle”, dice. Così per sdebitarsi dell’accoglienza le consegna un piccolo regalo: un rossetto vibratore. “Nonostante la quarantena ancora non faccio utilizzo di dildo, sto conservando tutto”. Si è fatta una certa, dopo averci mostrato succhiaclitoride, stimolatori e anelli vibranti ci mettiamo a letto con lei: è il momento delle confidenze. “Le attrici che fanno questo lavoro è perché non hanno vissuto bene il rapporto con il padre. Si sono sentite abbandonate dalla figura principale. Così diventa quasi una vendetta verso gli uomini che diventano oggetto per il proprio successo”. 

La notte trascorre ma non come tutti speravano. Al risveglio è il momento di fare sport. Ci dice che lei proprio non è sportiva, allora le proponiamo qualche posizione del kamasutra. Ci racconta tutti i suoi segreti, anche per i preliminari come lo schiaffo sulle chiappe che si deve sentire, ma non fare male. Finalmente le possiamo dire il motivo della nostra visita. In questo periodo di coronavirus, tanti hanno dato il loro contributo. Anche noi vogliamo fare altrettanto con lei, è a questo punto che le proponiamo di mettere all’asta un suo pelo. L’offerta di 1.023 euro di Antonio è stata la migliore che ora è pronto a donarli a “Il giardino delle idee” e a ricevere questo oggetto più unico che raro! 

Ringraziamo Le Iene e Malena per aver pensato a noi. Siamo attivi dal 2008 e mai nessuno ci aveva proposto un’iniziativa così”, dicono dall’associazione. “Grazie a tutti i partecipanti, ora il ricavato lo utilizzeremo per i giovani dei quartieri popolari di Torino coinvolti nei progetti di educazione di strada”. 

anticipazione

Presa a pugni perché suonava il flauto: dietro a questo video si nascondono purtroppo altre migliaia di casi di violenza sulle donne, che sono triplicati nel mondo durante la convivenza forzata da quarantena. Ce ne parla Veronica Ruggeri, che ha sentito anche la ministra per le Pari Opportunità Elena Bonetti, martedì 26 maggio a Le Iene dalle 21.10 su Italia1

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.