>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

“Condizioni igieniche inadeguate”, l'Asl chiede lo sgombero del campo rom di Castel Romano | VIDEO

La Asl Rm2 ha chiesto al Comune di Roma la chiusura del campo rom di Castel Romano, nella riserva naturale di Decima Malafede, che, tra una discarica abusiva e roghi di vetture, vi abbiamo mostrato con Filippo Roma e Marco Occhipinti

La Asl Rm2 chiede la chiusura del campo rom di Castel Romano, località nel Municipio IX di Roma nella riserva naturale di Decima Malafede, e ne certifica le “inadeguate condizioni igieniche e sanitarie”. La Asl, come aveva verificato il 12 marzo scorso, ha infatti confermato che "tutta l'area del campo e le aree limitrofe a Castel Romano non assicurano condizioni igienico-sanitarie e di sicurezza sufficienti al permanere degli occupanti. Si proponeva un'emissione di ordinanza sindacale contingibile e urgente a tutela della salute pubblica per lo sgombero della struttura".

Proprio martedì 23 giugno, nel servizio di Filippo Roma e Marco Occhipinti che potete vedere qui sopra, vi abbiamo portato all’interno del campo rom, dove si è sviluppata un’immensa discarica abusiva molto pericolosa per l’incolumità fisica e per la salute di chi abita vicino. 

Dopo il nostro servizio, Francesco Lollobrigida, capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera dei deputati, in riferimento alla domanda della Asl Roma 2 al Comune di procedere allo sgombero, ha dichiarato che “non intendiamo attendere passivamente la risposta ed è per questa ragione che chiediamo che vengano convocati in commissione Ecomafie il sindaco Virginia Raggi e il presidente Zingaretti per riferire sulla gravissima situazione ambientale di Castel Romano e sugli episodi di criminalità che si stanno svolgendo all’interno di quella realtà”.

Nella riserva naturale di Decima Malafede la nostra Iena ha trovato l’apocalisse, tra roghi di vetture abbandonate, topi, e rifiuti pericolosi ovunque. Clicca qui per vedere il servizio e leggere l’articolo.

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.