>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Bar del Tribunale di Palermo: indagata la titolare dopo il nostro servizio | VIDEO

Dopo il servizio di Ismaele La Vardera in cui due dipendenti del bar del tribunale di Palermo hanno raccontato di essere vittime di irregolarità sul posto di lavoro, la titolare è indagata. In un palazzo dove il crimine si dovrebbe combattere, in un locale di proprietà della figlia di un simbolo dell’antimafia

Caporalato e sfruttamento del lavoro nero: con queste ipotesi di reato è indagata la titolare dei bar del Tribunale di Palermo, Luisa Torregrossa. Dopo il servizio di Ismaele La Vardera di qui sopra, in cui vi abbiamo raccontato la storia di due sue dipendenti che sostengono di essere vittime di irregolarità sul posto di lavoro, la procura aveva già aperto un’inchiesta contro ignoti.

"Lavoriamo 9 ore al giorno ma siamo pagate per 4", ci hanno raccontato le dipendenti. A fare ancora più scalpore è il fatto che il bar sia gestito dalla figlia di Giovanni Torregrossa, imprenditore simbolo della lotta alla mafia che aveva denunciato chi chiedeva il pizzo sulle sue attività.

Dopo il servizio, il bar aveva già deciso di chiudere, almeno per il momento: “La società ha ritenuto in questo momento opportuno fare un passo indietro, anche al fine di non compromettere in alcun modo il prestigio del contesto lavorativo in cui finora essa ha operato”. Le due dipendenti intanto sono state sentite dai pm. 

Ultime News

Vedi tutte
Loading