>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Cinisello, piazza intitolata a Sfera Ebbasta. Parla il sindaco: “Ha voluto omaggiare la sua città”

Il comune di Cinisello Balsamo ha temporaneamente intitolato una piazza al trapper Sfera Ebbasta, originario della città. Una scelta che suscitato varie polemiche. Noi di Iene.itabbiamo parlato con il sindaco: “L’artista ha voluto omaggiare la sua città in occasione del lancio del suo disco”

“Sfera Ebbasta ha voluto omaggiare la sua città. Per il lancio del suo nuovo disco è voluto partire da Cinisello, dove è nato e cresciuto e che non ha mai dimenticato”. Con queste parole il sindaco di Cinisello Balsamo, Giacomo Ghilardi, ha spiegato a Iene.it le ragioni della temporanea intitolazione di una piazza al trapper Sfera Ebbasta, al secolo Gionata Boschetti, dopo le polemiche scoppiate per le decisione.

Le proteste sono legate a quanto accaduto nella notte dell’8 dicembre 2018 a Corinaldo: alla discoteca Lanterna azzurra, dove una folla attendeva un dj set dell’artista, morirono schiacciati cinque giovani e una donna nella calca provocata dal panico scatenato da un tentativo di rapina con lo spray urticante. Una tragedia che noi de Le Iene vi abbiamo raccontato nel servizio che potete rivedere cliccando qui.

E’ bene ricordarlo, il trapper è estraneo a quanto accaduto quella notte. A seguito della tragedia, Sfera Ebbasta si è tatuato cinque stelle sul volto in ricordo delle vittime,  oltre a esprimere il suo cordoglio ai familiari delle vittime per quanto accaduto. Il processo alla cosiddetta “banda dello spray”, un gruppo di giovanissimi che ha spruzzato una sostanza urticante al peperoncino che ha scatenato la calca e il panico mortale, si è concluso con sei condanne tra i dieci e i dodici anni di carcere.

I parenti delle vittime comunque, come vi abbiamo raccontato, hanno espresso la loro indignazione per decisione del comune di Cinisello Balsamo di intitolare - seppure temporaneamente - una piazza a Sfera Ebbasta. “È un’iniziativa che ci fa imbestialire”, ci ha detto Donatella Magagnini, che in quella maledetta notte ha perso suo figlio. 

Il sindaco già in occasione dell’inaugurazione della targa aveva ricordato l’ “impegno civico e sociale verso i giovani e la nostra città” di Sfera Ebbasta, augurandosi che il suo percorso fosse “da esempio per le nuove generazioni, perché i sogni di ciascuno possano realizzarsi con il valore principe dell’impegno, costanza, passione e rispetto per le persone e per il bene comune”.

E dopo una prima risposta su Facebook (potete leggere il post integrale cliccando qui), noi di Iene.it abbiamo contattato il sindaco Ghilardi per farci raccontare da lui il significato di questa installazione: “L’allestimento è temporaneo”, specifica. “Con questa installazione, Sfera ha deciso di omaggiare la sua città di origine. L'intervento si motiva con il lancio del suo nuovo disco, e l'artista è voluto partire simbolicamente proprio da Cinisello Balsamo, dove è nato e cresciuto e che non ha mai dimenticato”, aggiunge.

“Si tratta di una installazione temporanea”, specifica il sindaco. “In questi anni abbiamo intitolato un auditorium a Falcone e Borsellino, uno spazio al generale Dalla Chiesa. Questa era un’iniziativa dettata anche dalla volontà di coinvolgere e raggiungere una determinata fascia degli abitanti di Cinisello”, ci spiega. “Sfera Ebbasta è nato e cresciuto qui e non ha mai perso l’attenzione sulla città. Tra le tante cose organizzate per il lancio del suo disco, ha voluto omaggiare anche Cinisello Balsamo”.

“La cosa più importante per me, nelle iniziative legate a Sfera Ebbasta, è stata la realizzazione di uno studio di registrazione a Cinisello”, ci spiega il sindaco. “Sarà aperto e a disposizione di tutti i giovani che vogliono avvicinarsi, sia a livello amatoriale sia professionale, al mondo della musica. Un investimento sul territorio della città”.

L’iniziativa per l’installazione temporanea di “piazza Gionata Boschetti”, comunque, per il sindaco ha un obiettivo preciso: “E’ uno dei modi per cercare di avvicinare i giovani della città, per comunicare e dialogare con loro”. 

E qual è l’importanza di Sfera Ebbasta per Cinisello Balsamo? “E’ un ragazzo che è nato e cresciuto qui, in un quartiere difficile, e che ha trovato la propria strada nella musica. Oggi dimostra di non dimenticare le sue origini e fa importanti iniziative sul territorio. E’ un artista di livello internazionale, il suo percorso può essere un esempio per i tanti giovani di Cinisello”.

Ultime News

Vedi tutte
Loading