>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Coronavirus, giornalista zona rossa fermato dalla Finanza: "Diffidato dal fare il mio mestiere"

Sarebbe il terzo caso di giornalista diffidato mentre fa riprese o raccoglie testimonianze nella zona rossa. Stasera a Iene.it la testimonianza di Cristiano Brandazzi, che, secondo quanto ci racconta, sarebbe stato diffidato dalla Guardia di Finanza oggi a Casalpusterlengo

"DIFFIDATO dalla Finanza di Milano perché nella zona rossa del coronavirus (dove sono recluso) stavo compiendo il mio lavoro da giornalista". Parte così la denuncia su Facebook di Cristiano Brandazzi, giornalista del Cittadino di Lodi, e che vive a Casalpusterlengo. Lo raggiungiamo al telefono in attesa di collegarci con lui stasera a Iene.it: aspettando Le Iene, il programma digital condotto da Giulia Innocenzi.

"Questa mattina vedo due pattuglie della Guardia di Finanza ferme davanti a un negozio. Hanno denunciato un commerciante che aveva momentaneamente aperto il negozio, ma non per vendere, infatti la cassa era chiusa, bensì per raccogliere le firme per una petizione per chiedere alcune agevolazioni previste per le zone economiche speciali", ci spiega. "Così mi sono avvicinato per capire cosa stesse succedendo e per fare delle domande". Ed è lì che la Guardia di Finanza gli avrebbe chiesto prima di vedere il tesserino, e poi gli avrebbe ritirato i documenti. E sarebbe partita la diffida: "Mi hanno diffidato per uso improprio di riprese foto/video. Ma io stavo solo facendo il mio mestiere". E la diffida sarebbe scattata anche per il suo collega Mario Borra del Giorno. E intorno si sarebbe creato un assembramento di persone venute a vedere cosa stava succedendo, e "già fiaccate da dieci giorni di blocco".

"E' già il terzo caso di diffida ai giornalisti nella zona rossa. La tensione si sta facendo sentire", chiosa Brandazzi. Intanto il giornale Il Cittadino di Lodi si è messo in contatto con l'ordine dei giornalisti della Lombardia per attivare le dovute tutele del caso. Stasera dalle 20.45 a Iene.it: aspettando Le Iene, dal titolo "Siamo gli appestati", faremo raccontare la vicenda direttamente al giornalista collegato da Casalpusterlengo, davanti al negozio dove sono successi i fatti. La nuova trasmissione digital condotta da Giulia Innocenzi è disponibile in diretta sulla pagina Facebook de Le Iene, Iene.it e Mediasetplay.it.   

Ultime News

Vedi tutte
Loading