>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Coronavirus: muore bimba di 3 anni in Belgio. E in Europa aumentano paura e nuovi contagi

La tragedia in Belgio dove i casi di Covid sono raddoppiati. Ecco la situazione europea e italiana con tutti gli ultimi dati

La tragedia della morte di una bambina di tre anni in Belgio, una delle più giovani di tutta la pandemia, scuote un’Europa già in ansia per i timori di una ripresa del diffondersi del Covid. “Nessuno è immune, questa notizia ci sta turbando profondamente come scienziati e come genitori” ha dichiarato il portavoce del governo Boudewijn Catry. Mentre a Bruxelles si registra il raddoppio dei contagi: dopo una media di 193 casi al giorno nella scorsa settimana, sono saliti a 360. Su una popolazione di 11 milioni di abitanti e in un paese già duramente colpito con 64.847 casi in totale e 9.812 morti, che proprio ieri ha annunciato il ritorno di regole più restrittive compreso l’obbligo di portare mascherine.

Ma a preoccupare in Europa, assieme al dolore per la nuova piccola vittima, sono i numeri in Spagna e anche in Francia. La Spagna nell'ultima settimana si sono registrati 5.695 casi di Covid-19, quasi il doppio dei 2.994 di quella precedente. L’allarme, come vi raccontato in questo articolo in cui abbiamo analizzato la situazione, si concentra con oltre 200 focolai attivi in Catalogna e in particolare a Barcellona, dove alla gente è stato chiesto di non uscire di casa se non per motivi di stretta necessità e sono stati proibiti gli assembramenti di più di 10 persone.

In Francia il ministro della Salute Olive Veran ha dichiarato che nel paese ci sono tra i 400 e i 500 focolai attivi, ma ha assicurato che siamo “lontani da una seconda ondata”. Quella seconda ondata di cui ormai parla invece  esplicitamente María José Sierra, portavoce del Centro per le allerte e le emergenze iberico. Nelle ultime 24 ore i nuovi casi francesi sono stati più di mille, quelli spagnoli 971. Preoccupazione anche nel Regno Unito per i focolaio di Leicester e Blackburn. Nell’Est Europa l’allarme si concentra invece in Romania.

In Italia i dati sembrano ancora sotto controllo anche se con dati ancora significativi: oggi si sono contano 252 nuovi contagi.

Ultime News

Vedi tutte
Loading