>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Covid, proposta della Lombardia: coprifuoco dopo le 23, centri commerciali chiusi nel weekend

Per arginare i contagi da coronavirus che entro il fine mese potrebbero toccare oltre 4mila ricoveri, la Lombardia proporrà al governo di vietare gli spostamenti nella regione tra le 23 e le 5. Chiederà anche di chiudere i centri commerciali nel fine settimana

Coprifuoco dalle 23 alle 5 a partire da giovedì 22 ottobre e centri commerciali chiusi nel weekend a eccezione dei generi alimentari. È la proposta che il governatore della Lombardia Attilio Fontana farà al governo, un’idea condivisa all'unanimità con tutti i sindaci dei Comuni capoluogo della Lombardia assieme al presidente dell'Anci, Mauro Guerra, e ai capigruppo regionali di maggioranza e di opposizione.

La “Commissione indicatori”, istituita dalla direzione generale del Welfare della Regione, ha previsto che al 31 ottobre potrebbero esserci circa 600 ricoverati in terapia intensiva e fino a 4.000 in terapia non intensiva (attualmente sono 113 e 1.136). 

Per limitare la rapida evoluzione della curva epidemiologica, la Lombardia proporrà lo stop di tutte le attività e degli spostamenti all’interno della regione dalle 23 alle 5 a partire da giovedì. Sono esclusi casi per motivi di salute, lavoro e comprovata necessità. Inoltre, tutte le parti intervenute hanno condiviso l'opportunità della chiusura, nelle giornate di sabato e domenica, della media e grande distribuzione commerciale, tranne che per gli esercizi di generi alimentari e di prima necessità.

Sono d’accordo sull’ipotesi di misure più restrittive in Lombardia. Ho sentito il presidente Fontana e il sindaco Beppe Sala e lavoreremo assieme in tal senso nelle prossime ore”, ha annunciato il ministro della Salute, Roberto Speranza, dando di fatto il primo via libera a questa proposta che verrà messa a punto nelle prossime ore. 

Proprio ieri il presidente del consiglio ha presentato il nuovo Dpcm annunciando la possibilità di coprifuoco in piazze e vie soggette ad assembramenti, ha anche parlato di orari ridotti per bar e ristoranti che entro mezzanotte dovranno chiudere e se sprovvisti di tavolini per loro la giornata terminerà alle 18 (qui tutti i dettagli).

Ultime News

Vedi tutte
Loading