>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Il figlio del primo medico morto per il coronavirus si laurea in Medicina: “Voglio renderlo fiero”

Massimo Stella dedica la sua laurea in Medicina e Chirurgia al papà Roberto, lui è stato il primo medico italiano morto per il coronavirus. Era l’11 marzo, quando a Como ha perso la sua battaglia contro il Covid-19 in quella che è stata la settimana più nera della pandemia per l’Italia e la Lombardia

"Ho sempre avuto il sogno di renderlo fiero di me al momento della laurea, sognavamo insieme il momento in cui lui stesso mi avrebbe proclamato”. Così diceva Massimo Stella, 25 anni, lo scorso marzo. Suo papà aveva da poco perso la sua battaglia contro il coronavirus. Roberto Stella se n’era andato, il primo medico italiano ad aver perso la vita nella battaglia contro il Covid-19.

Quel momento tanto sognato e desiderato per Massimo è arrivato. Da qualche ora è dottore in Medicina e Chirurgia con 110 e lode all’Università dell’Insubria di Pavia. Massimo ha voluto dedicare la sua laurea al papà, per anni presidente dell’ordine dei medici della provincia di Varese e medico di base a Busto Arsizio.

Abbiamo bisogno di bravi nuovi medici, come lo è stato il tuo papà che sono certo da lassù è orgoglioso di te”, commenta il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana.

Il suo percorso di studi di Massimo proseguirà con la specializzazione in Cardiologia e seguirà il cammino intrapreso dal papà. Era l’11 marzo, una delle settimane più nere per la Lombardia, quando Roberto Stella muore all’ospedale di Como

Era ricoverato da qualche giorno per insufficienza respiratoria. "Il servizio sanitario nazionale ha perso una guida attenta, un amico sicuro, un lavoratore appassionato, acuto, instancabile”, ha commentato i suoi colleghi più stretti. “I suoi pazienti hanno perso un amico e un uomo capace di curare e prendersi cura senza limiti”. Oggi il figlio lo ricorda dedicandogli quella laurea, tanto sognata in cui il suo papà è stato uno dei principali maestri

Un anno fa, il 13 agosto, ci lasciava la nostra Nadia. Ad un anno di distanza i suoi compagni di viaggio la raccontano, la ricordano, e la festeggiano. Le Iene per Nadia. Giovedì 13 agosto su Italia Uno in prima serata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.