>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Inter-Juve 2018: oltre all'audio della sala Var, è sparito anche un video?

Inter-Juve 2018, non c’è solo il caso Pjanic di cui si discute da anni: ve ne abbiamo già parlato martedì 1 giugno con le prime scoperte clamorose. Con Filippo Roma e Marco Occhipinti ci concentriamo questa volta su un altro episodio decisivo della partita. Dopo l’audio sparito, sembra scomparso anche il video della sala Var nel momento del cartellino rosso a Vecino. E questo, anche secondo tutte le versioni date dal designatore degli arbitri Rizzoli, doveva proprio esserci

Non c’è solo il caso dell’audio della sala Var “sparito” nel momento della mancata espulsione del bianconero Pjanic per quanto riguarda Inter-Juventus del 2018. Sembrano mancare anche le immagini dell’espulsione precedente dell’interista Vecino? Del primo caso vi abbiamo appena parlato in onda martedì 1 giugno (qui il servizio), del secondo vi parliamo ora nel nuovo servizio qui sopra. Siamo andati a parlarne direttamente con l’arbitro presente nella sala Var Paolo Valeri, che siamo riusciti a trovare mentre era dal barbiere, e con il designatore degli arbitri di serie A Nicola Rizzoli. Nel servizio qui sopra potete vedere cosa ci hanno detto.

IL CASO PJANIC
Facciamo un passo indietro. Nel servizio di martedì scorso siamo tornati sul mancato secondo giallo, e quindi mancata espulsione, dello juventino Pjanic per capire cosa si sono detti arbitro e sala Var in quel momento. Ce ne eravamo occupati per la prima volta in ottobre e siamo stati querelati da tre dei più importanti arbitri italiani (Valeri, Rizzoli e l’arbitro allora in campo Daniele Orsato). Da quella querela è partita un'inchiesta che ci ha permesso di fare scoperte davvero importanti.

All'ex procuratore Figc Giuseppe Pecoraro erano arrivate in precedenza solo le immagini e non gli audio della sala Var. Noi vi abbiamo potuto mostrare in onda quel video in esclusiva. Non solo, abbiamo letto i labiali e abbiamo fatto appunto scoperte clamorose, che sembrano non corrispondere a quanto raccontato dagli arbitri finora. C’è anche un’email del designatore degli arbitri di Serie A Nicola Rizzoli che sembra smentire quanto aveva detto lui stesso in precedenza, ovvero che la mancanza di quell’audio della sala Var sarebbe dovuta al fatto che vengono registrati solo i “4 casi previsti da protocollo” (e l’episodio di Pjanic, diceva, non era tra questi). Nell’email Rizzoli dice a Roberto Rosetti, responsabile italiano del progetto Var, che aveva notato la mancanza di quell’audio. Come poteva esistere, e mancare, se non doveva essere archiviato?

IL CASO VECINO
Ora ci concentriamo sul caso Vecino perché, riguardando i video acquisiti all’epoca dalla Procura Federale Figc, abbiamo scoperto un’altra clamorosa mancanza. I nerazzurri durante quell’Inter-Juventus del 2018 sono con un uomo in meno dal 18° del primo tempo: l’interista Vecino è stato espulso per un fallo ai danni di Mandzukic. Il cartellino rosso, al posto del giallo già deciso, è stato suggerito in un secondo momento all’arbitro Daniele Orsato proprio dal Var. Questo è sicuramente uno degli episodi da protocollo Var che Rizzoli ha assicurato in tutte le sue versioni che vengono sempre registrati e archiviati.

Nella cartella dei file mandati alla Procura Federale Figc, e acquisiti dalla procura di Bologna, sembrano mancare però le immagini dell’interno della sala Var del momento in cui Paolo Valeri comunica ad Orsato che la sua decisione sul fallo di Vecino sarebbe da rivedere. Ci chiediamo: com’è possibile che oltre all’audio di un episodio importante e decisivo, sia sparito anche il video di un altro episodio altrettanto importante?

Ultime News

Vedi tutte
Loading