>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Inter - Juventus del 2018, Orsato: “Su Pjanic ho sbagliato”. La nostra inchiesta sul “giallo” | VIDEO

L’arbitro Daniele Orsato ammette tre anni dopo l’errore della mancata seconda ammonizione, con conseguente espulsione, del bianconero durante Inter - Juventus del 2018, decisiva per lo scudetto vinto poi dai torinesi sul Napoli. Noi de Le Iene, con Filippo Roma e Marco Occhipinti, avevamo indagato su questo episodio parlandovi del mistero dell’audio del Var che sarebbe sparito. L'ex procuratore Figc Pecoraro: "Queste parole non sono una soddisfazione, mi arrivò il video, non l'audio"

"Non serve andare a rivederlo dopo tre anni, sicuramente è un errore”. L'arbitro Daniele Orsato lo ha appena ammesso in tv dopo quell’Inter-Juventus del 28 aprile 2018 che ha scatenato tante polemiche. Di questo caso, in particolare della conversazione con il Var che sarebbe sparita, vi abbiamo parlato anche noi de Le Iene con il servizio di Filippo Roma e Marco Occhipinti del 6 ottobre 2020 che potete rivedere qui sopra.

Stiamo parlando di una partita, vinta per 3-2 dalla Juventus a San Siro a tre giornate dalla fine della serie A, che risultò decisiva per lo scudetto conquistato poi dai bianconeri dopo un testa a testa con il Napoli. L’episodio per cui Orsato ammette oggi l’errore è quello del mancato secondo giallo per lo juventino Miralem Pjanic per un fallo su Rafinha. La seconda ammonizione avrebbe portato alla sua espulsione, fu chiesta a gran voce dagli interisti e appunto con molte polemiche successive durante negli anni perché questo episodio potrebbe aver influenzato l’esito di quel campionato.

“La vicinanza dell'azione non mi ha fatto vedere quanto mostrato dalla tv: per me è stato un contrasto fisico al volo, il Var non poteva intervenire". Daniele Orsato ha risposto così ieri durante la trasmissione Novantesimo Minuto. Con Filippo Roma e Marco Occhipinti ci siamo chiesti che fine hanno fatto le comunicazioni audio tra Video assistant referee e arbitro di cui parla l'ex procuratore della Figc Giuseppe Pecoraro

"L'ammissione di colpa di Orsato sul caso Pjanic non rappresenta per me una soddisfazione", ha dichiarato Pecoraro a Radio Crc commentando le ultime parole di Orsato. "A distanza di anni non capisco ancora perché di quell'episodio mi arrivò il video, ma non l'audio. A differenza degli altri frame che richiesi... Orsato ieri alla Rai ha detto che il Var non poteva intervenire. Il quarto uomo sì, però".

LA NOSTRA INCHIESTA
Come potete vedere qui sopra, al momento del fallo Orsato, molto vicino, sembra avere il cartellino in mano. Dopo qualche secondo di attesa però non ammonisce Pjanic per il suo intervento scomposto ma l’interista D’Ambrosio. Quell’ammonizione era fin dall’inizio per l’interista o per lo juventino? Durante quei 35 secondi tra il fallo e l’ammonizione il Var ha comunicato qualcosa negli auricolari dell’arbitro Orsato?

Sono le domande che si sarebbe fatta all’epoca la procura della Federazione italiana giuoco calcio. L’ex procuratore Pecoraro dice a Filippo Roma a proposito di un'eventuale comunicazione via radio del Var all'arbitro Orsato: "Quel file su Inter-Juve di Orsato è sparito". Pecoraro all'epoca avrebbe chiesto  i file audio-video di quel match, i dialoghi tra il Var e l’arbitro Orsato ricevendoli soltanto sei mesi dopo solo con la parte video, non audio.

"La Lega disse che non l'avevano, che non c'era l'audio", sostiene Pecoraro che racconta ancora che quella sua richiesta creò forti tensioni con il mondo arbitrale e che nessuno gli avrebbe mai dato mai una spiegazione chiara del perché mancasse solo l’audio relativo a quell’episodio. Secondo Nicola Rizzoli, designatore degli arbitri di Serie A, non ci sarebbe nessun mistero: "Non è scomparso nulla, non c’è nulla da nascondere. A Pecoraro è arrivato il video, è quello che è arrivato a tutti, nel senso le telecamere normali, le immagini normali, quella evidentemente non è una situazione da Var".

Pecoraro però, raggiunto nuovamente al telefono, insiste: "Ritengo che abbiano parlato, però lo ritengo io. Che cosa si siano detti, questo non lo sappiamo. La risposta più semplice è che non me l’abbiano voluto dare, perché mi danno l’audio degli altri episodi e non mi danno questo, quando a me interessava soltanto quell’episodio lì…".

Ultime News

Vedi tutte
Loading