>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

“Miracoli e guarigioni” a Medjugorie: dal profumo di rose alle lacrime di sangue |VIDEO

In questo terzo appuntamento Gaston Zama ci presenta e approfondisce i presunti miracoli accaduti tra le colline di Medjugorje: dalle gocce che sgorgano dalla statua di Gesù Cristo al profumo di rose fino a chi dice di piangere sangue come Ludovico Pedone o chi si è alzato dalla sedia a rotelle nonostante fosse infermo. Incontriamo anche chi vive nella fortezza di Tomislav Vlasic, dove si parla di ufo ed extraterrestri

Dopo averci parlato dei 6 veggenti e del loro rapporto con il denaro, in questo terzo appuntamento Gaston Zama ci presenta i presunti miracoli accaduti tra le colline di Medjugorje. Uno di questi miracoli sarebbero le presunte lacrime che sgorgano da una statua di Gesù Cristo. Le abbiamo viste assieme a Paolo Brosio e alla sua fidanzata Marialaura De Vitis durante il primo capitolo della nostra Missione Medjugorje.

Sono le lacrime del paradiso che scendono sulla Terra”, così le spiegava Brosio. “Invece mi lascia perplessa la frequenza di questo fenomeno”, si chiede Marialaura. Se quelle gocce non si creano in superficie, ma da dentro, l’acqua da dove arriva? “Alla base della statua c’è un basamento che funge da serbatoio dell’acqua piovana”, spiega Lorenzo Tosi, ricercatore in Biotecnologie. “Ma quando piove non si riempie perché ci sono i buchi dei chiodi che Cristo ha nelle mani”. L’acqua piovana entrerebbe da qui e riempierebbe il basamento. “Con il calore del sole, evaporizzando, risalirebbeeo nella statua che all’interno è vuota. È un tipico delle sculture in bronzo”.

I presunti miracoli vengono spesso ricollegati anche ad altrettante presunte guarigioni. “Tante persone sono guarite con i fazzolettini intrisi di quest’acqua”, ci aveva detto Brosio.  A Medjugorje ci sarebbe un altro presunto miracolo: quello del sole pulsante. Sulla collina si vedrebbero strani movimenti solari intermittenti. “Il sole ha iniziato a ruotare fortissimo venendo verso la Terra, liberando nel cielo i colori dell’iride. A un certo punto ho sentito gridare Raffaella che urlava di non vedere più dagli occhi”, dice Brosio che avrebbe assistito a questo fenomeno. La donna che nomina sarebbe una non vedente certificata da un occhio che si trovava lì in pellegrinaggio. “Dopo questo fenomeno ha fatto degli esercizi. Si è messa a piangere finché non ha iniziato a vedere da entrambi gli occhi”. Raffaella ne ha parlato anche in tv di questo fenomeno, ma dal Vaticano non arriverebbero conferme.

A provocare la guarigione di Raffaella sarebbe stato il fenomeno del sole pulsante. C’è chi ha voluto studiare questo fenomeno. “Per riuscire a vederlo nei suoi comportamenti reali ho allestito una videocamera in modo che fosse in grado di resistere all’intensità luminosa del sole. Con dei filtri solari ho fatto delle riprese riscontrando comportamenti regolari”, spiega Valerio Rossi Albertini, fisico del Consiglio nazionale delle ricerche. Come mai allora c’è chi ha ripreso il sole che sembra pulsare? “La telecamera del telefonino non è un apparecchio idoneo a queste riprese. L’intensità luminosa è troppo grande”.

Ci sarebbe un altro filmato incredibile registrato sulla collina delle apparizioni. Ha come protagonista Ludovico Pedone “che lacrima sangue dagli occhi”, dice Brosio. Nella clip non si vede il momento iniziale di questo fenomeno, ma solo la parte finale dove la sua faccia è intrisa di rosso che sembra sangue. Nel filmato Pedone giace davanti alla statua della Madonna. Brosio ha conosciuto Pedone a Forte dei Marmi. E anche in quell’occasione dsrebbe avvenuto un fenomeno simile. “Mentre camminava ha iniziato a lacrimare sangue. Non voleva che chiamassi un’ambulanza perché diceva che gli succedeva sempre”, dice Brosio. A Valenzano in Puglia è sorto il Cenacolo, un tempio accanto alla casa in cui vive Pedone. Gaston Zama lo incontra: “Da quando mi è successo non prendo più i farmaci della malattia che avevo”, ci racconta Pedone. “Mi davano due mesi di vita, ero terminale. Mi portarono a Medjugorje e mentre pregavo ho iniziato a piangere sangue. Pensavo che stavo morendo”.  

Si parla anche di persone che misteriosamente si sarebbero alzate dalle loro sedie a rotelle. Un fenomeno che sarebbe successo nel santuario di Pedone, ma anche a Medjugorje. “Non ho mai parlato di miracolo”, dice. Porta delle bende alle mani e ai polsi, “perché ci sono delle ferite”. Sostiene di avere cicatrici anche ai piedi. Ferite che ricorderebbero le stigmate di Gesù Cristo. Sulle colline di Medjugorje ci sarebbe un altro miracolo che nessuno ha mai visto, ma che verrebbe solo odorato: il profumo di rose che sarebbe dovuto dalla vicinanza della Madonna.

A Medjugorje c’è anche la fortezza dell’Immacolata, un’associazione creata da Tomislav Vlasic, ex padre spirituale dei veggenti. Un frate francescano che seguì fin dall’inizio i sei veggenti e che poi fu accusato di averli indotti a inventarsi le apparizioni della Madonna. Venne scomunicato dalla Chiesa per aver avuto rapporti sessuali con una suora. Oggi si sarebbe messo in proprio creando la sua fortezza dove parla di ufo ed extraterrestri. Il vescovo Hoser da poco amministra la parrocchia di Medjugorje durante una recente omelia ha detto che c’è un altro universo che aleggia tra quelle colline: “Qui si è infiltrata la mafia napoletana pronta a fare profitti”. Di questo e molto altro parleremo nella prossima puntata. 

 

Ultime News

Vedi tutte
Loading