>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
Play
Quarta parte dello Speciale Iene con Giulio Golia. "Marco si è ferito con un pettine", dice Antonio Ciontoli nella chiamata al 118. Perché nessuno della famiglia, che stando all'audio di quella chiamata sono vicini all'uomo, è intervenuto per correggerlo?

Nella prima parte di questo speciale vi abbiamo parlato di indagini e soccorsi in ritardo, nella seconda del colpo di pistola mortale e dell'ipotesi di una lite tra fidanzati la sera della tragedia e nella terza di quello che succede dopo lo sparo.

Qui ci concentriamo sulla secvonda chiamata al 118. Che la situazione medica di Marco non fosse proprio tranquilla sembra confermato dalle urla strazianti del ragazzo, che si sentono chiaramente durante questa telefonata fatta proprio da Antonio Ciontoli.

Una chiamata nella quale però Antonio dice che il ragazzo, nella vasca da bagno, si è bucato con un pettine a punta e si è “fatto prendere dal panico”. Quando l’operatrice gli chiede che segni ha sul corpo, lui risponde: “E’ un buchino”.

La pm contesta al processo queste dichiarazioni e Antonio Ciontoli dice: “E’ la prima cosa che mi è venuta in mente, non so perché gliel’ho detta. Non volevo che questa cosa uscisse, volevo farlo io direttamente al dottore.”

“Sono stanca di tutte queste cazzate, come un cane me l’hanno ammazzato”, dice mamma Marina a Giulio Golia.

Altri servizi di questa puntata

video più visti

vedi tutti

Ultime puntate

Archivio Puntate
2019
2019
  • 2019
  • 2018
  • 2017
  • 2016
  • 2015
  • 2014
  • 2013
  • 2012
  • 2011
  • 2010
  • 2009
  • 2008
  • 2007
  • 2006
  • 2005
  • 2004
  • 2003
  • 2002
  • 2001
  • 2000
  • 1999
  • 1998
  • 1997
Apr
Apr
mer 24
mer 24

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.