>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Dopo il servizio sui bambini minatori per la mica, Gaetano Pecoraro risponde alle vostre domande

Il nostro Gaetano Pecoraro risponde in diretta sulla nostra pagina Facebook alle domande dopo il reportage sui bambini indiani minatori per la mica

In tanti ci avete scritto sulla nostra pagina Facebook dopo la messa in onda del servizio di Gaetano Pecoraro. La nostra Iena è andata per noi in India, negli stati di Jharkhand e Bihar. Questi territori sono famosi per l’estrazione della mica, un minerale quasi sconosciuto, ma che utilizziamo tutti quanti ogni giorno. Puoi trovare mica nella maggior parte dei nostri elettrodomestici, nella vernice delle nostre auto e persino nel dentifricio. Ma soprattutto viene usata nei cosmetici femminili, dal rossetto al fondotinta, in modo da renderli brillanti. Ma lo splendore di questi prodotti ha un lato oscuro che tutti noi ignoriamo.

Nelle miniere indiane Pecoraro ha conosciuto e parlato con i bambini, costretti a raccogliere la mica per pochissimi soldi. Oggi, risponde in diretta alle vostre domande.

 

Guarda qui sotto il servizio di Gaetano Pecoraro

 

anticipazione
Nuovi sviluppi in esclusiva con Alessandro Politi sul procedimento per l’esecuzione della sentenza italiana per il rogo alla Thyssenkrupp di Torino del 2007 in cui morirono 7 operai, che riguarda due manager tedeschi, condannati nel nostro Paese e ancora liberi in Germania. Noi de Le Iene abbiamo incontrato Johannes Hidding, giudice del tribunale di Essen, informato del caso: “Una mozione presentata dalla difesa dei due condannati ha richiesto l’archiviazione”. Non perdetevi il servizio nella puntata di martedì 19 febbraio de Le Iene, dalle 21.20 su Italia1

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.