>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Cane bruciato vivo: grazie a voi i padroni possono pagare le cure

Grazie al vostro contributo, Assunta e Maurizio, i padroni di Jako, possono far fronte alle spese per l’operazione con cui hanno tentato, fino alla fine, di salvare il loro cagnolino, bruciato vivo a San Pietro Vernotico (Brindisi)

“Grazie a tutti per avermi dato questo aiuto in pochissimo tempo”. Maurizio, il padrone dell’Husky Siberiano bruciato vivo a San Pietro Vernotico (Brindisi), non riesce a crederci quando gli diciamo che, grazie alla vostra generosità, la raccolta fondi per pagare l’operazione con cui lui e la madre Assunta hanno tentato di salvare Jako, ha già raggiunto la cifra necessaria.

Dopo il servizio di Alessandro Politi in cui vi abbiamo raccontato questa terribile storia e che vi riproponiamo qui sotto, il sindaco di San Pietro Vernotico, Pasquale Rizzo, ha promosso di una raccolta fondi sulla piattaforma Gofundme per aiutare i padroni, Maurizio e Assunta, a far fronte a questa terribile ingiustizia. La vostra risposta è stata rapidissima e generosa! E ora nonna Assunta e Maurizio possono coprire le spese che si sono trovati ad affrontare per salvare la vita al loro amico a quattro zampe.

Jako ha lottato contro ustioni gravissime, ma non ce l’ha fatta. “L’autore di tutto questo non l’ha fatto perché il cane abbaiava, ma perché odia gli animali”, ha detto Maurizio alla Iena. Qualcuno, infatti, ha legato il cane con il guinzaglio, l’ha cosparso di benzina e l’ha bruciato vivo.

Alessandro Politi ha incontrato anche l’uomo indicato da molti vicini di casa di Assunta come il sospettato. “Non ho niente da dirvi. Andatevene”, ci ha detto. E ha concluso: “N’culo te e Jako va”. Abbiamo fatto analizzare le sue reazioni a un criminologo esperto di maltrattamento sugli animali.

“Ci sperava che morisse e alla fine ce l’ha fatta”, dice Maurizio dando alla Iena la butta notizia. “Jako sarà sempre nel mio cuore”. Ora, grazie a voi, questi padroni a cui è stato tolto l’amico di una vita possono pagare la clinica che ha tentato in tutti i modi di salvare questo cucciolo.

Guardate qui sotto il servizio di Alessandro Politi. 

anticipazione
Una fonte, che preferisce restare anonima racconta dove e come sarebbe stato ammazzato a 18 anni Willy Branchi nel 1988, in un omicidio rimasto finora irrisolto. Domenica, dalle 21.10 su Italia1, lo Speciale Iene di Antonino Monteleone e Riccardo Spagnoli mostrerà il suo racconto integrale, ricostruirà tutto il caso e aggiungerà altre nuove clamorose testimonianze ed elementi

L'ultima puntata

Appuntamenti in TV

Domenica 21.20, Italia 1

I SERVIZI DELL'ULTIMA PUNTATA

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.