>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

News | di PELAZZA |

Caso acqua contaminata, la nostra Iena Luigi Pelazza fermato dalla Marina

Stava indagando sulle acque date ai militari dalla Marina all’arsenale di La Spezia

“Stavamo rincorrendo una nave della Marina Militare per un servizio sulle acque che sarebbero dannose per la salute, date ai militari”. La nostra Iena Luigi Pelazza racconta quanto gli è successo oggi all’arsenale militare di La Spezia.

“Finito l’incontro, in cui ho fatto le domande che dovevo fare, volevamo solo fare due immagini dell’arsenale militare. Nessuno ci ha fermato fuori, non c’era una sbarra ma solo un cartello non molto visibile. Io è vero che sono entrato e non mi sono accorto del cartello, ma l’unica persona che ci ha detto di uscire è stato uno in borghese della sicurezza che non mi ha nemmeno voluto far vedere il suo tesserino. Quando ci siamo diretti all’uscita ci hanno fermato con la barca di traverso e ci hanno portato in caserma circa tre ore fa. Ci hanno perquisito e ci hanno sequestrato il materiale. Ora sembra che riusciremo ad avere una copia del girato. Ci siamo beccati una denuncia per essere entrati in zona militare senza autorizzazione, dovremo pagare una sanzione”.

Di sicuro, quello che possiamo raccontarvi al momento è che Luigi Pelazza è stato fermato mentre stava facendo il suo lavoro. Stava indagando sul caso delle acque contaminate della marina, di cui vi avevamo già parlato il 25 febbraio.

Guarda qui sotto il precedente servizio di Luigi Pelazza sul caso.

 

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.