>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Il Ken umano si taglierà i genitali? Lo scherzo a Rodrigo Alves | VIDEO

Alessandro di Sarno de Le Iene si è finto regista di una grande produzione di Hollywood. Ma per essere protagonista, il Ken umano dovrà evirarsi. 

Voi accettereste di farvi tagliare il pene per entrare nella storia di Hollywood? È la proposta choc che le Iene hanno fatto a Rodrigo Alves, il Ken umano. Uno scherzo cattivissimo, fatto grazie alla complicità di Giacomo Urtis, il chirurgo dei vip.

Le Iene hanno messo Rodrigo Alves di fronte a un dilemma: entrare nella storia del cinema hollywoodiano e incassare ben 4 milioni. A patto però di evirarsi.

Rodrigo è divenuto celebre in tutto il mondo per essersi sottoposto a oltre 60 interventi chirurgici, con l’obiettivo di assomigliare a Ken, il bambolotto fidanzato di Barbie. Una missione che gli è costata negli anni oltre 450.000 euro. Si è persino tolto 4 costole. In Italia è conosciuto soprattutto per le sue ospitate televisive. 

E la fisionomia iniziale dell’uomo è stata talmente stravolta che Rodrigo era stato anche arrestato in Germania, perché ad un controllo aveva esibito un documento con i lineamenti del viso completamente diversi.

Il nostro Alessandro Di Sarno si è finto un regista di una mega produzione hollywoodiana e ha chiamato Alves per il casting. Il film avrà come protagonista Ken la bambola, che nella sceneggiatura diventerà reale. La produzione ha deciso di puntare tutto sul Ken umano e gli propone un cachet di 4 milioni di euro. Ma quando il regista scopre che Rodrigo Alves ha pene e testicoli molto grossi salta tutto ed ecco la soluzione: la rimozione dei genitali per partecipare al film. 

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.