>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

News |

Maltrattamenti in asilo: dopo aver picchiato i bambini, la maestra patteggia

E' stata condannata a due anni e 4 mesi per aver maltrattato i suoi alunni. Cosa scatta in chi le compie?

Ha patteggiato una pena a 2 anni e 4 mesi con interdizione dai pubblici uffici la maestra dell'asilo di Varedo, in provincia di Monza e Brianza, processata con l’accusa di maltrattamenti nei confronti dei suoi alunni. La sentenza è stata pronunciata dal Gup del tribunale di Monza. Rispetto alla richiesta iniziale di patteggiamento a due anni è stata inasprita la formula per la riformulazione del capo di imputazione da parte del pubblico ministero con l’aggiunta di ulteriori aggravanti.  

“Adesso vengo lì e ti lego le mani, è l'unica soluzione”. E' una delle tante frasi choc che la maestra d'asilo urlava contro i bambini della sua classe. Li picchiava, li strattonava e li umiliava davanti a tutti. Ora questi venticinque bambini e le loro famiglie potranno chiedere i danni in sede civile. 

La maestra è finita ai domiciliari lo scorso 10 aprile, perché ritenuta responsabile di maltrattamenti su minori al termine di un lungo periodo di intercettazioni attraverso alcune telecamere installate nella sua aula.

La videosorveglianza negli asili nido e nelle strutture socio-assistenziali che ospitano anziani e disabili è prevista nel progetto pilota “Scuole sicure” presentato qualche settimana fa dal ministero dell’Interno. L'obiettivo è proprio quello di prevenire violenze e maltrattamenti nelle scuole affinché non si ripetano più casi come quelli di un asilo di Varese, dove i bambini sono stati picchiati in almeno 45 casi da due maestre e una cuoca. O strattonati per le braccia e presi per i capelli come accaduto a Pomezia, vicino a Roma.

Anche noi de Le Iene abbiamo testimoniato i maltrattamenti avvenuti in un asilo di Fiumicino. La nostra Veronica Ruggeri aveva mostrato per la prima volta le immagini delle telecamere nascoste installate dalle forze dell'ordine in seguito alla segnalazione del piccolo Giulio. “La maestra Giovanna mi menava”, aveva detto. Da quel racconto sono iniziate le indagini concluse con l’arresto dell’educatrice.


Guarda qui sotto il servizio completo di Veronica Ruggeri

 

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.