>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

News |

Scuole sicure: telecamere di videosorveglianza contro i maltrattamenti in asilo

Si chiama Scuole sicure il progetto finanziato dal Viminale che punta ad avere telecamere di videosorveglianza in asili e strutture socio-assistenziali per prevenire i maltrattamenti

Telecamere di videosorveglianza negli asili nido e nelle strutture socio-assistenziali che ospitano anziani e disabili. E’ quanto contenuto nel progetto pilota “Scuole sicure” presentato dal ministro dell’Interno Matteo Salvini. Oltre all’implementazione della videosorveglianza nelle scuole, coi 2 milioni e mezzo stanziati dal Viminale si prevedono l’assunzione di nuovi vigili e campagne informative contro l’uso di sostanze stupefacenti tra gli studenti.

Le telecamere nelle scuole e negli asili sono il primo passo per prevenire maltrattamenti e violenze sui bambini. Negli ultimi mesi si sono verificati diversi casi in Lombardia che è tra le prime regioni a correre ai ripari. La giunta regionale ha infatti stanziato per i prossimi quattro anni 600 mila euro per asili e micro nidi che vorranno installare in via sperimentale e su base volontaria dei sistemi di videosorveglianza.

Questa decisione arriva a pochi mesi dai due casi di maltrattamenti avvenuti negli asili delle province di Monza e Brianza e di Varese. “Adesso vengo lì e ti lego le mani, è l'unica soluzione”. E' una delle tanti frasi choc che una maestra d'asilo urlava contro i suoi studenti. Li picchiava, li strattonava e li umiliava davanti a tutti. Per venticinque bambini e le loro famiglie l'incubo è finito lo scorso 10 aprile, quando la maestra della materna Bagatti Valsecchi di Varedo, vicino a Monza, è stata arrestata.

Pochi giorni più tardi, il 21 aprile, in manette sono finite una maestra e una cuoca a Gavirate in provincia di Varese per 45 episodi di violenza su 14 bambini. Tiravano ciabattate, sberle e strattoni ai piccoli. Lo stesso choc che hanno dovuto subire altri alunni tra i 3 e i 5 anni di Pomezia, vicino a Roma. Era il 13 marzo, quando sono state arrestate le tre maestre che avrebbero strattonato per le braccia e preso per i capelli i piccoli.

Dal fenomeno dei maltrattamenti dei bambini pare non siano esonerate neppure le strutture paritarie. A fine giugno, quattro suore di una materna paritaria di Caserta sono state arrestate con l’accusa di aver malmenato alcuni bambini.

Anche noi de Le Iene abbiamo testimoniato i maltrattamenti avvenuti in un asilo di Fiumicino. La nostra Veronica Ruggeri aveva mostrato per la prima volta le immagini delle telecamere nascoste installate dalle forze dell'ordine in seguito alla segnalazione del piccolo Giulio. “La maestra Giovanna mi menava”, aveva detto. Da quel racconto sono iniziate le indagini concluse con l’arresto dell’educatrice.

Guarda qui sotto il servizio completo di Veronica Ruggeri

 

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.